Collesalvetti Buone notizie dai due tavoli tecnici che si sono tenuti ieri mattina a Roma presso il Ministero dello sviluppo economico dedicati alla verifica dell’attuazione degli Accordi di programma per Livorno e Piombino. La Regione Toscana, rappresentata dal consigliere per le questioni del lavoro Gianfranco Simoncini e dalla dirigente Simonetta Baldi, ha annunciato l’approvazione della graduatoria dedicata ai protocolli di insediamento.

Sono stati infatti stanziati aiuti per ulteriori 5 milioni di euro, che si aggiungono a risorse già stanziate. Le imprese le cui richieste sono state accolte sono 8. Si tratta della Magna Closures (che ha richiesto un contributo di 1.099.760 €) e della Aerospazio tecnologie (che ha richiesto un contributo di 1.002.750 €e della Softec (che ha richiesto un contributo di 504.344 €) per quanto riguarda l’area del Comune di Collesalvetti (vedi file a fondo articolo). I nuovi occupati dovrebbero essere 34: 27 per Magna Clousers; 5 per aerospazio tecnologie e 2 per Softec.


Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana

«Tutte insieme – precisa il presidente Enrico Rossi – serviranno a creare 64 nuovi posti di lavoro a Livorno e 91 a Piombino, per un totale di 155 nuovi assunti. Siamo di fronte ad una ulteriore buona notizia per la costa toscana e per queste due altre aree di crisi. È una nuova dimostrazione dell’impegno che stiamo mettendo sul fronte del rilancio dell’economia e della capacità della Regione Toscana di utilizzare tutte le risorse a disposizione. Adesso le aziende che hanno visto approvati i loro progetti verranno chiamate in tempi brevi per la firma dei singoli protocolli e per l’erogazione dei finanziamenti previsti. Complessivamente si tratta di progetti per 12,6 milioni di euro nell’area livornese, che accederà a 5,3 milioni di euro di contributi e di progetti per 64 milioni di euro a Piombino, che riceveranno contributi per 9,2 milioni di euro».

Protocollo di insediamento – Aziende sul livornese

Protocollo di insediamento – Aziende ammesse su Piombino

Segui Collenews su Facebook, clicca “mi piace” qui

Seguici su Twitter, clicca qui