Il gruppo riunito al Circolo Arci di Vicarello

Il gruppo riunito al Circolo Arci di Vicarello

Vicarello – «Ci troviamo ogni martedì sera, una volta al Circolo Arci di Vicarello, un’altra al Circolo Arci di Mortaiolo». Esordisce così Claudio Marcacci, presidente del Circolo Arci di Vicarello e fondatore, assieme alla moglie Paola, del circolo di burraco. Ben 30 sono le persone dei due paesi che prendono parte a questo passatempo: Alfio, Carla, Loriana, Marino, Perla, Giovanni, Natale, Piera, Eda, Andrea, Paola, Claudio, Paolo, Enrica, Luigi, Maria, Piero, Rosario, Athena, Salvatrice, Ilaria, Sonia, Vienna, Paola O., Marta, Lucia, Antonietta, Sergio, Tosca.

 

«Nessuna scommessa, nessun azzardo, nessuna competizione a livello agonistico; solo la voglia di ritrovarsi una volta a settimana per svagare la mente e passare un paio di ore in compagnia per questo è nato questo circolo circa quattro anni fa», afferma ancora Marcacci. Ed ogni volta, prima di iniziare a giocare, ciascuno dei partecipanti mette 2,50 euro a testa, i quali vanno a finire in un fondo comune che finanzierà una cena tutti assieme ogni due o tre mesi.


 

Foto5Il funzionamento è semplice. Ad inizio di ogni serata vengono sorteggiate le coppie (attraverso l’estrazione della carta più alta). Per ogni tavolo ci sarà una coppia fissa e una coppia mobile. Ogni singola partita di burraco dura 35 minuti circa, al termine dei quali ogni coppia mobile si sposta nel tavolo adiacente in senso orario. Vince la coppia che al termine della serata ha realizzato più punti.