Collesalvetti Una cena per festeggiare insieme i dieci anni dalla nascita di Collecoop, la cooperativa sociale di tipo B nata per dare opportunità di lavoro a soggetti svantaggiati del territorio, che difficilmente troverebbero un impiego lavorativo. Collecoop fu costituita il 19 luglio 2006. E nei giorni scorsi, appunto, la cena di festeggiamento di soci e dipendenti.

 

40 i commensali che si sono riuniti intorno ad una tavola per la lieta ricorrenza. La metà, visto che la cooperativa consta di un’ottantina di lavoratori che lavorano nei tre servizi: igiene ambientale, manutenzione del verde e pulizie. Convivialità e condivisione le parole d’ordine anche per il festeggiamento di questo decennale, con tutti i lavoratori contenti di poter apporre simbolicamente questa targa alla realtà che dà loro di che vivere, anche se – ci tiene a precisare il presidente Francesco Galluzzi – «è un punto di partenza, non un punto di arrivo».


 

Proiettata verso il futuro, dunque, Collecoop, con l’occasione di un secondo momento di celebrazione del decennale a primavera prossima, pubblicherà un bilancio sociale della cooperativa, una rendicontazione dell’attività, ossia di quanto la coop ha dato al territorio in termini di posti di lavoro, reinserimento sociale di  persone svantaggiate del territorio, che difficilmente troverebbero un impiego lavorativo, come da missione sociale della cooperativa stessa. A primavera 2017, dunque, Collecoop festeggerà i 10 anni di attività effettiva, mentre questo di luglio è il compleanno relativo alla fondazione formale della cooperativa. Saranno dunque invitate a questa sorta di congresso le autorità politiche del territorio, non solo comunale, ma anche l’ASL, la Fondazione “Cardinale Maffi” e altri stakeholder del territorio. Per l’occasione di questa ricorrenza, oltre alla convention pubblica, verrà pubblicato il documento contenente il bilancio sociale della cooperativa, nel quale saranno inserite anche delle interviste a coloro che hanno conosciuto e avuto a che fare con Collecoop sin dalla sua nascita. E dunque i vari sindaci che si sono alternati alla guida delle Amministrazioni Comunali con cui la cooperativa lavora, la stessa Fondazione Maffi e altri ancora.

 

Galluzzi e Bernardini, presidente e vicepresidente di Collecoop

«Già chiesta l’intervista a Nicola Nista, a Lorenzo Bacci e a Donatella Fantozzi – ci raccontano Galluzzi e Bernardini, presidente e vicepresidente di Collecoop – ma altre ancora ne seguiranno, fra cui quella al direttore della Casa Maffi». Ma nel documento del bilancio sociale, per la redazione del quale la coop colligiana ha già ingaggiato un consulente, ci saranno grafici e statistiche. Insomma, dati come quello delle matricole («circa 150 le persone che hanno lavorato a Collecoop; abbiamo dato tante risposte occupazionali», ci anticipano i dirigenti) e tanti altri verranno divulgati in segno di trasparenza nei confronti della comunità nella primavera 2017 in occasione del secondo appuntamento per il festeggiamento del decennale.

 

Segui Collenews su Facebook, clicca “mi piace” qui

Seguici su Twitter, clicca qui