P.zza Vittorio SX

Stagno – Dopo la replica dell’Assessore all’Urbanistica, Alberto Benedetti, sulle questioni sollevate dal cittadino di Stagno, Diego Rizzato, è lo stesso Rizzato a controreplicare: «L’Assessore Benedetti – esordisce la nuova lettera di Rizzato a Collenews – si lamenta del fatto che spesso si dimostra di non conoscere alcune questioni di cui si parla. Io conosco benissimo le questioni di cui si parla; sono un professionista abituato a studiare, prima di parlare e proprio per questo, studiando la risposta dell’Assessore, vedo però che intende tale non conoscenza, solo riferita al fatto che lo strumento urbanistico è stato approvato dalla giunta precedente». «Io – spiega Rizzato – non ho segnalato la cosa per incolpare nessuno; al cittadino non interessa chi l’ha approvata e di chi sono le colpe. La segnalazione è stata fatta proprio perché in futuro qualcuno metta mano per sistemare delle evidenti storture. Ribadisco: come si suol dire “la colpa morì fanciulla”, vediamo di risolvere in breve tempo, parlando, confrontandoci, lavorandoci sopra e magari non con i tempi biblici del Comune di Collesalvetti rispetto all’urbanistica».

 

Indici di cubatura «Quanto agli indici di cubatura – scrive Rizzato – credo che sia solo questione di punti di vista, d’altronde proprio Benedetti dice che siamo a ridosso di una raffineria e che questo certo influisce sui prezzi di vendita, ma ammesso che i prezzi di vendita su Stagno siano appena un po’ più alti di quelli di Nugola o Collesalvetti, giustificano un indice di cubatura 3 o 4 volte superiore?! Se facciamo un rapporto preciso, tali indici darebbero in contropartita dei prezzi di vendita a Stagno intorno a 6000 euro il mq e a Collesalvetti a 2000 euro il mq. Vi sembra corretto?! Non vorrei però passare da “palazzinaro” e quindi dico e sia chiaro: io sono il primo a votare che a Stagno non si faccia più nemmeno un metro cubo di casa, ma è intollerabile che si diano edificabili dei terreni ben sapendo, per condizioni oggettive, che lì non costruirà mai nessuno. A maggior ragione se collegata alla scheda urbanistica c’è una perequazione importante. In questo caso si prendono in giro anche la comunità e non solo il proprietario che paga le tasse maggiorate in quanto terreno edificabile. ”I proprietari, in realtà, giovamento lo trovano perché pagano delle imposte, ma si trovano a possedere un terreno edificabile, che non vale certamente quanto un terreno agricolo” ha detto l’Assessore Benedetti. In questo momento – scrive Rizzato – e con le condizioni descritte, credo che il giovamento sia tutto da trovare».


 

Il ringraziamento e l’invito all’incontro costruttivo «Ringrazio comunque l’Assessore per la considerazione – conclude Rizzato – ma il mio intento sarebbe di migliorare la situazione e di lavorare per risolverla, la critica fine a se stessa e lo scarica barile non sono nel mio dna».

 

Si incontreranno mai l’Assessore Benedetti e Diego Rizzato? Li vedremo mai seduti allo stesso tavolo in un contesto di reciproco sussidio, in virtù del quale l’Assessore arricchisce col suo punto di vista di amministratore locale il cittadino e quest’ultimo fornisce al suo Assessore il punto di vista del comune cittadino?! Se accadrà, certamente ve ne renderemo conto. Sicuramente sarebbe un bel segnale che la politica – dal Comune di Collesalvetti nella fattispecie – invierebbe alla gente; uno dei pochi, a onor del vero.