Guasticce Non si placano le acque sul Caso Banca a Guasticce. Anzi… il movimento sulla questione arriva fino a Montecitorio, alla Camera dei Deputati. A prendere carta e penna e scrivere al presidente Avv. Carlo Fratta Pasini e all’amministratore delegato dott. Giuseppe Castagna è stato proprio un deputato, l’on. Andrea Romano. Interessatosi della questione, il parlamentare livornese ha scritto alla dirigenza del Banco BPM la seguente missiva, nella quale si fa espresso riferimento alla chiusura della filiale di Guasticce e alle conseguenze della stessa:

LA LETTERA Gentili Signori, sono a scriverVi, come Deputato eletto nel Collegio Uninominale di Livorno e provincia, per richiedere un incontro con il Banco BPM in merito alle notizie circolate sulla stampa locale relativamente alla ventilata chiusura delle succursali della Cassa di Risparmi di Pisa Lucca Livorno nel territorio di Livorno (e in particolare nella frazione di Guasticce del Comune di Collesalvetti e nel quartiere di Shangay e nella frazione di Quercianella del Comune di Livorno). Tali chiusure, infatti, arrecherebbero un danno significativo alla qualità della vita dei cittadini delle zone coinvolte oltre a privare le locali attività economiche e commerciali di servizi fondamentali. Nel sottolineare la mia totale disponibilità ad una interlocuzione con le amministrazioni locali per individuare soluzioni alternative alla chiusura e compatibili con le Vostre valutazioni imprenditoriali (anche a seguito delle sollecitazioni a Voi già pervenute dal Sindaco di Collesalvetti Dr. Lorenzo Bacci), resto in attesa di una Vostra cortese risposta. Con i migliori saluti, On. Andrea Romano” (neretti di Collenews.it)


Segui Collenews su Facebook, clicca “mi piace” qui

Seguici su Twitterclicca qui