Guasticce Non è la prima volta che accade, tutt’altro, e forse proprio anche per questo l’arrabbiatura degli automobilisti è palpabile. Stiamo parlando del passaggio a livello fra Stagno e Guasticce, chiuso ancora una volta, per circa una mezz’ora, senza che passi un solo treno. Pullman, automobili, furgoni, scooter… tutti fermi in attesa di un treno che non passa, di sbarre che non si rialzano. E, puntualmente, come per tutti i problemi annosi che non si risolvono, scatta la polemica.

a


«È una vergogna – taglia corto il presidente del Consiglio di Frazione di Guasticce, Enrico Del Corso – Avevamo già segnalato il problema ad inizio anno, ma non ci è stata ancora data nessuna risposta».

 

La proposta «Proponemmo – prosegue Del Corso – l’installazione di un segnalatore luminoso alla rotatoria, che segnalasse appunto alle persone in transito, prima di imboccare la strada per Stagno, se il passaggio a livello fosse aperto o meno, in modo tale che, se del caso, potessero prendere, anziché quella, l’uscita per la superstrada (immediatamente precedente) e andare nella solita direzione per altra via, anziché perdere tempo inutilmente in attesa di sbarre che non si rialzano».

 

Enrico del Corso

Enrico del Corso (presidente CDF Guasticce)

Il problema dei mezzi di soccorso «Per non parlare del problema dei mezzi di soccorso. Deve scapparci il morto?! È inconcepibile pensare che un’ambulanza con a bordo, per esempio, un uomo con un infarto in corso, stia bloccata in attesa o sia costretta a fare manovre azzardate per fare retromarcia».

 

Segui Collenews su Facebookclicca “mi piace” qui

Seguici su Twitter, clicca qui