Delia Menicagli (PD)

Collesalvetti «Quali sono le azioni che la Giunta intende mettere in campo affinché anche il Comune di Collesalvetti sia protagonista attivo in scelte che ridisegneranno il futuro della sanità pubblica nel nostro territorio?» A porre questa domanda, direttamente al sindaco, durante l’ultima seduta del Consiglio Comunale, sotto forma di interrogazione urgente, è stata la consigliera PD Delia Menicagli. Il riferimento è alle prospettive in merito alla costruzione del nuovo ospedale livornese.

 

Nella sua interrogazione, la Menicagli rileva come questa questione riguardi «aspetti di forte interesse per la comunità che amministriamo». Una comunità che, rileva ancora la consigliera, «fa parte integrante e sostanziale della zona livornese», per cui «abbiamo il diritto di partecipare a scelte così importanti per la tutela e la garanzia della salute pubblica». «Qualsiasi decisione in materia – questa la conclusione – deve essere concertata».


 

La risposta del sindaco «Ringrazio la consigliera Menicagli e il gruppo consiliare del Partito Democratico – ha esordito Bacci – per questa interrogazione urgente che mi consente di entrare dentro un aspetto che è tutt’altro che lontano dall’interesse della nostra comunità». Il sindaco ha sottolineato che questa questione non può essere considerata come «un qualcosa che non ci riguarda»; «non ci sono muri o fossati». Bacci, nel suo intervento, ha rigettato «approcci manichei, che quasi mai vanno d’accordo col buon senso» e parlato della necessità di «approcci sinergici», oltre a ricordare la propria volontà di fare un piano strutturale congiunto, «ma mi è stato risposto che questo non è possibile, senza ovviamente avallare questa presa di posizione con argomenti oggettivamente validi, nonostante gli incentivi alla copianificazione d’ambito; avremmo anche avuto contributi economici per far questo, ma la cosa non è stata presa in considerazione».

 

Il sindaco Lorenzo Bacci

Il sindaco ha riferito al Consiglio di una lettera scritta di concerto col sindaco di Capraia e inviata a vari soggetti fra cui l’assessore regionale alla salute e al welfare Stefania Saccardi; al commissario ASL Area Vasta Toscana Nord Ovest Maria Teresa De Laureti; al vicecommissario ASL 6 di Livorno Eugenio Porfido e per conoscenza al sindaco di Livorno e presidente della Conferenza dei Sindaci della zona livornese Filippo Nogarin.

 

La missiva «Le Amministrazioni Comunali di Collesalvetti e di Capraia Isola – si legge nella lettera – hanno preso atto della dichiarazione del Comune di Livorno relativa alla volontà di modificare l’Accordo di Programma siglato con la Regione Toscana nel 2010 per la costruzione di un nuovo ospedale. Considerato che l’oggetto della revisione riguarda aspetti di forte interesse per le comunità che amministriamo (tra cui la possibile individuazione di una localizzazione diversa da quella attualmente prevista), chiediamo di partecipare, congiuntamente a tutti gli attori interessati, alla revisione dell’Accordo». «Creare momenti di condivisione, creare sinergie – questa la conclusione della missiva – porti a scelte più consapevoli per un governo qualificante delle comunità che amministriamo».

 

«I 17.000 abitanti del Comune di Collesalvetti – ha concluso il sindaco – ritengo debbano essere rappresentati a quel tavolo, senza delegare a nessuno, se non al loro sindaco le questione relative a un aspetto così importante quale quello della sanità».

 

Segui Collenews su Facebookclicca “mi piace” qui

Seguici su Twitter, clicca qui