Stelle cadenti sul lagoGuasticce Mercoledì 10 agosto, per la tradizionale notte di San Lorenzo, l’associazione culturale Gaia, in collaborazione con l’associazione “Amici della Natura” del Museo di Storia Naturale di Rosignano Solvay, organizza la 3° edizione di “Stelle cadenti sul Lago”, un evento per grandi e piccini, dedicato all’osservazione delle stelle, tra scienza, mito e poesia.

 

Il programma L’appuntamento è per le ore 20 al Lago Alberto di Guasticce (nella Tenuta Bellavista Insuese) per la cena al sacco sulle rive del lago (a disposizione ci sono tavoli con panche sotto le tettoie attorno al lago, quest’anno gestito dalla Pro Loco Vivere Insieme di Stagno). E dalle 21 tutti alla scoperta delle stelle e delle “costellazioni”, dei misteri e delle leggende create dai nostri antenati, affascinati ed impressionati dagli astri e dai fenomeni degli elementi celesti, da sempre punto di riferimento per l’orientamento, per le attività legate all’alternanza delle stagioni, fino all’invenzione di orologi e calendari.


 

Una serata per riscoprire lo spettacolo di un cielo stellato che i ritmi della vita quotidiana e la rarità di “spicchi” di cielo liberi dalle luci cittadine non ci permettono più di ammirare e che non conosciamo più. I partecipanti ascolteranno dettagli scientifici, conosceranno personaggi mitologici, impareremo a disegnare nel cielo le costellazioni principali, aspettando il gran finale con gli occhi puntati al cielo per vedere le “stelle cadenti” o lacrime di San Lorenzo ed esprimere un desiderio, secondo la tradizione.

 

L’iniziativa è su prenotazione (entro martedì 9 agosto) scrivendo una mail all’indirizzo asscultgaia@gmail.com o telefonando all’associazione Gaia al 3385259192. Si consiglia di portarsi un telo per sdraiarsi sui prati ad aspettare le stelle cadenti. Il contributo di partecipazione per gli adulti è di 10 euro (5 euro iniziativa + 5 euro ingresso al lago con possibilità di utilizzo tavoli per la cena), per i bambini è di 6 euro (completamente gratuito fino ai 5 anni compiuti).

 

Segui Collenews su Facebook, clicca “mi piace” qui

Seguici su Twitter, clicca qui