Open OperaCollesalvetti Tutto esaurito alla Sala Spettacolo di Collesalvetti per il terzo Gala Lirico di Open Opera, l’originale format presentato in coda alla Stagione Musicale dall’Istituzione Comunale per la cultura di Collesalvetti. Nella serata dedicata al grande baritono Ettore Bastianini, si sono esibiti altri sei artisti, quattro italiani, un bulgaro e una spagnola.

 

Il clima, come sempre, è stato cordiale e il coinvolgimento del pubblico, totale. Pubblico che ha mostrato di gradire ancora una volta un format che rende la lirica molto più vicina a tutti e a questo ha contribuito Leonardo Fiaschi protagonista di un improbabile duetto del Don Giovanni e di esilaranti battute con gli ospiti e il direttore dell’ensemble orchestrale Mario Menicagli.


 

L’Ensemble del Cantiere lirico ha accompagnato i sei artisti tra cui si sono distinti la ventunenne, Claudia Nicole Calabrese che ha letteralmente incantato il pubblico con due arie di diversa natura ma che ne hanno mostrato doti di eccellente qualità, raffinatezza e musicalità tali da non lasciare dubbi sulle sue possibilità future. Altro protagonista il ventunenne bulgaro Božidar Božkilov basso dalla voce matura nonostante la giovane età, applaudissimo interprete de “Il lacerato spirito”, aria verdiana che rappresenta un’autentica prova del fuoco anche per cantanti in carriera.

 

Molto applaudita anche Rosa Pérez Suàrez, soprano canario, già conosciuta dal pubblico locale e già in possesso di grande maturità musicale, incantevole interprete di Casta Diva e Vissi d’arte. Consensi anche per Marta Lotti, mezzosoprano livornese che ha ben risolto l’ardua interpretazione dell’aria di Santuzza della Cavalleria rusticana e l’aria di Romeo da I Capuleti e i Montecchi di Bellini e per il tenore Mauro De Santis e il soprano Annalisa Ferrarini che hanno dato prova di ottime qualità vocali consacrando la loro prestazione con una simpatica messa in scena del duetto finale dell’Elisir d’amore.

 

Come finale, il Brindisi di Traviata, a cui ha partecipato la Corale Clara Schumann diretta dal maestro Maurizio Preziosi, nascosta per l’intera serata tra il pubblico presente e giunta sino al palco per ricevere la meritata ovazione finale.

 

Il livello, ancora una volta, è stato decisamente alto, come sottolineato anche dalla “tribuna d’onore” che ha ospitato i giornalisti Nicola Lischi e Eva Pleus, il segretario artistico del Teatro Coccia di Novara Renato Bonajuto, il Direttore della Stagione Lirica del Teatro Goldoni Alberto Paloscia, i manager Priscilla Baglioni e Massimiliano Damato. Premi alla carriera per gli straordinari Claudio Desderi, baritono e direttore d’orchestra e Bruna Baglioni, mezzosoprano protagonista di indimenticabili produzioni.

 

Il prossimo appuntamento è per giovedi 30 aprile per il Gala dedicato a Renata Tebaldi.

 

Segui Collenews su Facebook, clicca “mi piace” qui

Seguici su Twitter, clicca qui