Patrizia Amoretti

Patrizia Amoretti

Stagno Si chiama Ad libitum la nuova associazione di Stagno, nata a fine 2013 per volontà di un gruppo di studenti amatori della musica e del canto. L’associazione oltre ad esibirsi in concerti, organizza spettacoli nei quali interagiscono musica e spettacolo. In essa si trovano professionisti del campo musicale e teatrale che tengono laboratori di musica per i soci non professionisti. Nonostante la breve vita dell’associazione, le attività svolte fino ad ora sono molteplici. Fra queste, l’organizzazione musicale per i 150 anni della chiesa di San Leonardo di Stagno, nell’ambito dei cui festeggiamenti ebbe appunto luogo un concerto d’organo del m° Eugenio Fagiani con la partecipazione dei frati de la Verna (leggi qui), ma anche un concerto lirico per, soli, coro ed orchestra (leggi qui). Ma non solo.

 

Ad libitum ha al suo attivo 5 spettacoli presso il teatro Vertigo di Livorno (concerto vocale Ad Libitum , spettacolo musicale teatrale “Tace il labbro”, spettacolo strumentale del Trio Ad Libitum, Timeless saxophone quartet, Musicisti in erba – Giovani promesse); “Montenero sotto le stelle” (Concerto vocale Ad Libitum Ensemble e una sintesi del musical Il Gobbo di Notre Dame) e la Serata mascagnana (lettere di Mascagni intervallate da brani musicali) La direzione artistica e l’organizzazione degli spettacoli sono affidate al mezzo-soprano Patrizia Amoretti (in foto). “Ad Libitum Ensemble” è un gruppo vocale a quattro voci miste all’interno dell’Associazione. L’Associazione si avvale della collaborazione di professionisti tra i quali l’organista compositore di fama internazionale il M° Enrico Maria Fagiani, del mezzo-soprano Sara Bacchelli, del soprano Nicoletta Celati, del tenore Alessandro Poletti della pianista Chiara Montelatici e del fagottista Federico Lodovichi.


 

Il corso e l’open day Domani alle 21:15, presso  il Teatro Vertigo di Livorno, un open day relativo ad un laboratorio teatrale per la musica e la voce artistica. Il corso “Sincrono, intonazione ed espressione della voce artistica”, si  propone di formare i partecipanti all’impiego della voce negli specifici campi professionali, dove la voce sia strumento principale per l’espressione artistica e  nella comunicazione. Fondamento per un uso corretto e sicuro della voce in  campo professionale (Attori, cantanti, narratori, doppiatori, insegnanti) è la  conoscenza delle nozioni base di ritmo, lettura ed intonazione, in tema  musicale; respirazione costo diaframmatica e postura,fonazione della voce  custica, conoscenza ed applicazione dei colori psicologici del suono, in tema vocale. Il corso è indirizzato a chi abbia interesse ad affacciarsi al campo  professionale, con delle nozioni che permettano di sostenere un’audizione ai  fini accademici o lavorativi, ma anche a chi abbia interesse e desiderio a  sviluppare le proprie attitudini musicali, artistiche e vocali con maggior  padronanza della materia e sicurezza nell’uso dello strumento-voce.

 

Le ore di corso saranno 46 (due per settimana), così distribuite: Prima parte (16 ore): Conoscenza dei valori musicali; respirazione ritmica;  primi cenni di lettura musicale. Seconda parte (20 ore): Approfondimento dei valori musicali applicati alla voce, tecnica del canto per i colori psicologici ed espressivi. Terza parte (10 ore): Studio per la messa in scena di un repertorio che  permetta al singolo partecipante al corso, di articolare tutte le conoscenze  acquisite, in una performance artistica con le personali attitudini vocali (canto  acustico, canzone, recitazione, narrazione…).

 

Patrizia Amoretti Diplomata al conservatorio A. Boito di Parma sotto la guida del M° Delfo  Menicucci. In seguito frequenta un corso di perfezionamento sui ruoli  pucciniani con il m° Bruno Rigacci al teatro Rassicurati di Montecarlo di  Lucca. Nel giugno del 1999 dirige il coro dell’accademia della Scala di Verona nella  tournee in Germania di Speyer-Magonza per l’opera Nabucco di G. Verdi.  Dal 2000 con l’orchestra del conservatorio Mascagni di Livorno esegue brani  composti dai docenti di armonia e composizione nel conservatorio stesso. Si è esibita in più ruoli principali nelle opere di autori come Verdi, Mascagni,  Bizet… per il Festival Pucciniano ha eseguito come personaggio principale il  “Pirata” di Porsenna; per l’associazione Theatralia è docente di tecnica del  canto per gli attori, è inoltre il direttore musicale e la preparatrice vocale e di  alcuni progetti europei per la realizzazione di spettacoli che prevedono brani italiani cantati da artisti stranieri che vedono la collaborazione internazionale del Centro Grotowsky di Breslavia con il quale segue dei master di  respirazione applicato all’uso della voce artistica. Con l’associazione  Theatralia in collaborazione con la fondazione teatro Goldoni, è preparatore  vocale dello spettacolo musicale “Ex voto” sulle musiche del compositore  Roberto Sbolci, rappresentato a Breslavia all’interno del Festival  internazionale “Melodrama” e al Festival europeo di Avignone. È docente di canto lirico applicato alla lingua italiana per gli studenti stranieri  della British School di Livorno nel periodo che va dal 1997 al 2007. Tiene un master class di canto agli studenti del “Liceo Artistico 55” di  Breslavia atto a mettere in scena il “Combattimento di Tancredi e Clorinda”  di Monteverdi. È docente di canto al liceo artistico “F. Palma” per l’anno scolastico 2008- 2009. È docente di canto all’accademia musicale versiliese per l’anno 2010-2011. Dal 2011 a oggi tiene master class di respirazione e tecnica vocale per il  laboratorio interattivo “Matematica e Musica” e ideato e progettato dalla  professoressa Laura Catastini, con il patrocinio del Comune di Calci e la  soprintendenza dei beni culturali per gli studenti delle scuole medie del  comune di Calci. In questo periodo tale progetto è stato richiesto  dall’Accademia dei Lincei e proposto ai professori della città di Roma. In questo periodo collabora con il conservatorio di Marsiglia per  l’allestimento di opere in lingua italiana con gli allievi dei corsi di  perfezionamento di canto e dizione italiana. Collabora inoltre con il teatro Vertigo di Livorno per la stagioni dei concerti  della domenica con l’Associazione Ad Libitum, della quale è la Direttrice  artistica.

 

Federico Lodovichi Diplomato in Fagotto presso l’Istituto Musicale L. Boccherini di Lucca, ha poi  proseguito gli studi sotto la guida del M° Dante Vicari e seguendo corsi e  Masterclass tenuti dai maestri Valentino Zucchiatti, Daniele Damiano, Paolo  Carlini. Ha fatto parte dell’orchestra CITTÀ LIRICA per le stagioni liriche dei teatri  di Pisa, Lucca e Livorno e fa parte dell’orchestra del FESTIVAL PUCCINI di  Torre del Lago. Ha collaborato e collabora con diverse orchestre in teatri Italiani come Teatro  Regio di Torino, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Teatro alla Scala di  Milano, Filarmonica del Teatro alla Scala, Teatro Comunale di Bologna,  Teatro Carlo Felice di Genova, Orchestra Nazionale di Santa Cecilia di  Roma, Teatro Bellini di Catania, Orchestra Verdi di Milano. Suonando sotto la guida di maestri come Zubin Mehta, Vladimir Jurowski,  Xian Zhang, Sir Antonio Pappano, James Conlon, Riccardo Chailly, Alain  Lombard, John Axelrod, Jurij Basmet, Wayne Marshall etc. Con l’orchestra Verdi ha fatto diverse tournee (Spagna, Svizzera, Russia,  Inghilterra e sud dell’Italia), suonando in luoghi e festival prestigiosi come il  Teatro di Bilbao, il teatro di Zurigo, la sala Cajkovskij del conservatorio di  Mosca, per i BBC Proms alla Royal Albert Hall di Londra etc. e effettuato  incisioni audio e video fra cui Sky Classica.  Come Insegnante ha conseguito l’abilitazione all’insegnamento (Educazione  musicale negli Istituti di Istruzione Secondaria di II grado) e dal 2010 è  insegnante presso il Liceo Musicale Passaglia di Lucca per la classe di Fagotto. È il coordinatore musicale dell’Associazione Ad Libitum