Fiera CollesalvettiCollesalvetti Bambini, ragazzi, adulti, anziani… Erano veramente in tanti i colligiani, del capoluogo e delle altre frazioni, che ieri sono scesi per le vie del paese per partecipare alla consueta fiera paesana, che tutti gli anni rallegra la vita della frazione. Erano infatti numerosi i banchi e gli stand disposti su tutta Via Roma, ma anche a Colle alto, in Via Umberto I°. Borse; collane; orecchini; capi d’abbigliamento; oggettistica per la casa; telefoni, bilance e macchine da scrivere d’epoca; cappelli; miele; olio; cinture; portafogli, ma anche quadretti; giocattoli; cestini; fiori; dolciumi e prodotti tipici. Erano veramente tante le cose che i colligiani hanno potuto scegliere di comprare, ieri, alla fiera.

 

stand AvisNon solo shopping, tuttavia. La fiera è da sempre l’occasione per i colligiani per scendere in strada e stare tutti assieme, scambiar due parole, fare una passeggiata. Ma la fiera è stato molto altro ancora. L’occasione per incontrare le persone e sensibilizzarle ad una causa. E’ il caso dell’Avis, presente anche in quest’occasione, con un proprio stand, per sensibilizzare le persone alla nobile causa della donazione sanguigna, un gesto d’amore e di solidarietà verso gli altri che salva la vita. Presenti anche altri stand fra cui quello di Collesalvetti arcobaleno, quello dell’Associazione Parkeggiando, quello di Orda softair Collesalvetti e uno di birra artigianale.


 

Presente all’evento, a Colle alto stavolta, anche il Circolo culturale Giorgio Caproni di Collesalvetti, con un palco allestito nei pressi del monumento ai caduti, in prossimità della scalinata, dal quale i membri hanno declamato poesie, in un’ottica di prosecuzione del programma iniziato nei mesi scorsi, di cui abbiamo scritto più volte su queste pagine, di sensibilizzazione dei colligiani alla poesia. Il Circolo Caproni, infatti, ha più volte organizzato incontri presso la Biblioteca comunale in questo senso, nei mesi scorsi. Programma che riprenderà il prossimo 27 settembre con una conferenza su Emily Dickinson. «Continueremo in questa direzione – ci spiega il presidente del Circolo, Gianfranco Cara – se il Comune di Collesalvetti continuerà a sostenerci, quantomeno moralmente».