Colle altoCollesalvetti – Ridisegnata la segnaletica orizzontale nella piazza di Colle alto, a poca distanza dal Municipio. Posti auto in meno, posti scooter in più. La polemica – voluta o meno – è scaturita da un post su Facebook del Segretario del Circolo del Partito Democratico di Collesalvetti. Una foto, nella fattispecie (la stessa riportata qua accanto), con un commento ironico e lapidario: «Complimenti». Poco dopo, lo stesso post fotografico viene condiviso sul gruppo “Indignati del Colle”, ma il primo “indignato” sembra proprio Fattorini, esponente del partito di maggioranza, con il suo ironico commento. Indignati, ma non solo, dunque. Nulla di nuovo sotto il sole, per carità! Già Pierluigi Bosco si era dimesso, il mese scorso, da Presidente della prima commissione consiliare per dissenso su scelte di carattere urbanistico della stessa compagine di maggioranza di cui fa parte (leggi qui).

 

foto-Dario-Festa-PD-156x240

Dario Fattorini, Segretario PD di Collesalvetti

Il dibattito Sulla bacheca Facebook del Fattorini c’è chi si chiede: «Ma è uno scherzo?!» e chi sostiene che «lo hanno fatto per pubblicizzare che al posto del cinema ci faranno i parcheggi, ma non vedo il motivo per toglierli adesso ad opera ancora in procinto di iniziare». E’ lo stesso Fattorini, in seguito, ad intervenire:  «Mi sono preoccupato anch’io, mi sono informato dall’Assessore Minuti. In pratica la nuova segnaletica dipende dal codice della strada; per permettere il passaggio di due auto contemporaneamente in quel punto della strada è stato necessario togliere quei posti». Poi, il Segretario Pd dà ragione al commentatore precedente: «Quello che dice […] sul cinema è vero, il progetto ha già avuto una prima approvazione (24 posti auto in più) anche se sicuramente prima di un anno è mezzo il tutto non sarà concreto. Nel frattempo iniziamo a far conoscere ai molti che ancora non lo sanno il nuovo parcheggio in Via Ciampi», conclude Fattorini.


 

 

Sul gruppo “Indignati del Colle”, invece, si passa da «Non ci voglio credere» e «Roba da torte» all’ironia: «Giusto per guadagnare quel secondo nel tragitto casa piazza», anche se lo stesso Fattorini cerca di tranquillizzare: «Vediamo di rimediare». In realtà, era stato lo stesso suo collega di partito, Fabio Iannone, a commentare sulla sua bacheca spiegando che  «se il “problema” è il codice della strada, dubito che si possa fare qualcosa a meno di non istituire un senso alternato con segnaletica». Qualcuno, un po’ “apocalittico”, si chiede: «Ma dove si finirà?» e qualcun altro rievoca la questione di Via Roma: «Fossi uno dei pochi commercianti rimasti a Colle alto mi inc… e nemmeno poco; già logisticamente la zona non è il massimo (parcheggi pochi e miracoli non si possono fare), poi queste pensate non facilitano di certo una sosta di possibili clienti». Ma c’è anche chi ammette che «è vero; in quel punto la strada crea delle difficoltà di transito». «A mio avviso (però, ndr) – conclude il commentatore – prima di togliere i posti per l’auto bisognava prima crearne altri, anche per rispetto ai commercianti che sono in piazza. In momenti di crisi come questi non è bello togliere clienti perché se non mi fai parcheggiare io mi sposto a fare i miei acquisti dove c’è il parcheggio». A questo risponde Fattorini stesso, che rileva come «se ci si accorge che è contro il codice della strada non è che si può aspettare di essere in comodo per adeguarci». «Ora si che siamo a posto con questa bella trovata del Comune – scrive una donna – ma cosa bisogna fare; la rivoluzione?! Mi appello ai commercianti e ai cittadini che non trovano posto in piazza, di parcheggiare davanti al Comune o in mezzo alla strada, anche in quarta fila». Un’altra donna, invece, scrive: «a Colle penso non ci sia quasi niente di regolare e vogliamo fare i fiscali proprio lì? Da non credere…. E poi proprio adesso, con questa crisi, non era meglio lasciar correre un altro po’ , dato che da sempre la situazione in quel punto è così, e aspettare tempi migliori?». Infine, c’è chi fa notare: «Quanti anni sono che la piazza è stata rifatta? Ce ne accorgiamo solo oggi che veniva violato il codice della strada? Ma pensate veramente che a Colle gli abitanti siano degli imbecilli che credono a tutto?». Un dibattito, vivace, dunque. Come quello su Via Roma, del resto.

 

Massimo Minuti, Assessore ai Lavori Pubblici

Massimo Minuti, Assessore ai Lavori Pubblici

La posizione dell’Amministrazione Comunale Per l’Assessore Minuti «c’è una strozzatura, in quel punto, che impedisce il passaggio di due mezzi e questo può anche ingenerare delle liti». «Ci sono ragioni di natura legislativa che hanno portato a quella scelta – conclude l’Assessore ai Lavori Pubblici – e comunque, negli ultimi anni, sono state create decine di posti in più su Colle alto, nella zona della Biblioteca; in quella dell’ex Cinema… Per non parlare della convenzione con la Parrocchia per poter usufruire dei posti auto del parcheggio adiacente la sala parrocchiale».