raffineria ENIStagno non ha pace. Prima il problema delle maleodoranze che anche nei giorni scorsi si è ripresentato e stamattina un altro disagio. Il paese è stato infatti bruscamente svegliato intorno alle ore 06:20 da un rumore forte. Diverse lechiamate arrivate ai Vigili del Fuoco ed alle Forze dell’Ordine. Il boato è stato provocato dalla rottura di una tubazione ad alta pressione all’interno di una caldaia per la produzione di vapore a servizio della centrale termoelettrica all’interno della Raffineria ENI.


L’impianto è stato posto in sicurezza dal personale di stabilimento e non si è reso quindi necessario l’intervento di personale del Comando dei Vigili del Fuoco.
Nessun danno a persone e rilasci in ambiente di sostanze. Così come non si è resa necessaria l’attivazione del Piano di Emergenza Interno della Raffineria. Intorno alle 7:00 quindi l’allarme è rientrato senza conseguenze.


 

Segui Collenews su Facebook, clicca “mi piace” qui

Seguici su Twitter, clicca qui