Andrea Crespolini

Andrea Crespolini, assessore al bilancio

Collesalvetti In Consiglio Comunale si assesta il bilancio, le dotazioni di competenza del bilancio pluriennale 2015-2017 e quello generale dell’esercizio 2015. A far da relatore alla manovra in Aula, ovviamente l’assessore al bilancio, Andrea Crespolini che ha spiegato ai consiglieri la natura di questo passaggio «Si va ad una verifica delle poste in entrata ed in uscita e si vanno a fare le variazioni che consentono di riportare il bilancio nel corretto equilibrio». Questi, i dati finanziari emersi.

 

TARI, il tributo meno pagato Anzitutto Crespolini ha registrato il trend negativo – «come previsto», ha messo le mani avanti l’assessore – per la TARI, «tributo che i cittadini pagano meno». «Se la TASI è la più versata fra le tassr (si arriva quasi al 100%), dopo c’è l’IMU che si discosta di poco, ma la TARI rappresenta il fanalino di coda». Ma il Comune era già corso ai ripari in anticipo, stante il fatto che questo trend negativo era stato previsto. «Avevamo previsto la costituzione del fondo crediti di dubbia esigibilità, prevedendo questo trend negativo, per cui avevamo già messo da parte un tesoretto per far fronte a questo. Non è così necessario andare a fare variazioni che drenino risorse alla spesa corrente», ha spiegato l’assessore.


 

I risparmi sulle utenze per rimpinguare il fondo crediti di dubbia esigibilità Ma Crespolini ha reso noto all’Aula che c’è stato anche un risparmio sulle utenze. Sull’energia elettrica, nella fattispecie, 30.000 euro il risparmio di quest’anno, ma è previsto un risparmio ulteriore di di 35.000 euro nel 2016 e di altri 35.000 euro nel 2017. Risparmi, questi, che serviranno ad accrescere il fondo crediti di dubbia esigibilità per il 2016. «Oggi abbiamo un piccolo tesoretto destinato a questo fondo che rappresenta il punto nevralgico di ogni bilancio di previsione. Andremo quindi a costruire il bilancio di previsione 2016 già con un fondo di garanzia di circa 62.000 euro», ha rassicurato l’assessore.

 

Soldi per costruire i nuovi regolamenti urbanistici Nel relazionare al Consiglio, Crespolini ha anche reso noto un errore che è stato fatto. Un errore di imputazione di un capitolo per il quale il Comune andrà a stornare e a mettere le risorse nel capitolo giusto per un intervento sugli edifici scolastici di 135.000 euro. Una manovra, questa, che garantisce l’assessore «non andrà a variare in nessun modo l’equilibrio del bilancio stesso». In sede di assestamento, sono poi state previste risorse per la costruzione dei nuovi regolamenti urbanistici («il rinnovo prevede tutta una serie di lavori per gli uffici», ha spiegato Crespolini). Saranno così messi a disposizione 20.000 euro per incarichi professionali e anche stanziate risorse sul personale a questo scopo.

 

Mense scolastiche e altri capitoli di spesa Risorse sono poi state previste anche per lavori di pubblica utilità per l’importo di 32.000 euro. Mentre è stato aumentato di 40.000 euro il fondo per le cause legali, «in modo da garantirci per qualsiasi evenienza», ha precisato Crespolini. Che in chiusura di relazione ha trattato anche il capitolo mense, spiegando all’Aula come, nonostante fosse stato annunciato che dal 1 gennaio 2016 le mense scolastiche sarebbero state gestite da un  soggetto esterno vincitore del bando, in realtà si andrà avanti in una sorta di regime di prorogatio con gli attuali Centri Cottura Comunali fino a metá 2016. «Per le mense sono già stati stanziati 350.000 euro per le esenzioni e le detrazioni di cui beneficiano alcuni fruitori del servizio», ha concluso l’assessore.

 

La delibera di assestamento di bilancio è stata approvata dal Consiglio Comunale con 12 voti favorevoli (del PD) e 4 contrari (i 3 consiglieri del Movimento Cinque Stelle e il consigliere di Forza Italia).

 

direttore@collenews.it

twitter.com/vannicronista