purèVicarello Mercoledì scorso, nel Centro Cottura di Vicarello, durante la preparazione dei pasti destinati alle scuole,  si è verificato un guasto al mixer ad immersione utilizzato nella preparazione del purè di patate destinato ai bambini. Durante la preparazione del purè infatti il mixer si è bloccato,  senza però evidenziare nessuna anomalia tale da far ipotizzare l’insorgenza di un rischio particolare, legato ad una possibile presenza di corpi estranei nell’alimento. 

a


Tuttavia, durante il pasto un bambino ha rinvenuto all’interno del purè un piccolo pezzettino di metallo che ha immediatamente segnalato e consegnato ai responsabili che si sono attivati all’istante per bloccare la distribuzione e il consumo dell’alimento e per verificare immediatamente l’accaduto. 

A tal fine, l’Amministrazione Comunale ha effettuato un sopralluogo presso il centro cottura, alla presenza del dirigente scolastico dell’Istituto “Picchi”, la dottoressa Maria Grazia Fontani; dell’assessore all’Istruzione Donatella Fantozzi e della responsabile dell’Ufficio Istruzione, la dottoressa Claudia Giannini. 

a

Dopo aver immediatamente provveduto ad adempiere a quanto previsto in casi analoghi, attivandosi nei confronti della ASL e delle scuole interessate, ha invitato tutti i genitori dei bambini delle scuole in cui il purè è stato distribuito, ovvero le classi  prime e seconde della scuola primaria di Vicarello, le Scuole dell’infanzia di Vicarello e di Collesalvetti (esclusi, per entrambe le scuole dell’infanzia, i nuovi ingressi, per i quali il servizio mensa inizierà il 5 ottobre p.v.) a segnalare l’accaduto al proprio medico curante per tutte le valutazioni necessarie del caso.

a

Il Comune ha intanto provveduto a prendere contatti con il servizio competente della ASL per una valutazione congiunta, in collaborazione con i medici di famiglia, di tutti quei casi che potrebbero richiedere la necessità di approfondimenti medici, al fine di poter attivare corsie preferenziali nello svolgimento delle indagini ritenute necessarie.

a

Segui Collenews su Facebook, clicca “mi piace” qui

Seguici su Twitterclicca qui

a