Il consigliere Ettore Fiaschi

Il consigliere Ettore Fiaschi (M5S)

Collesalvetti «Non so se gli Assessori siano dei romanzieri oppure degli incompetenti». Si apre così la replica del consigliere del Movimento 5 Stelle Ettore Fiaschi alle dichiarazioni rilasciate da Roberto Menicagli, titolare dei Lavori Pubblici, in merito alla pista ciclabile (leggi qui). «Noi del Movimento 5 Stelle appoggiamo un progetto di pista ciclabile che colleghi le varie frazioni perché la mobilità sostenibile è uno di quei temi a cui teniamo maggiormente. Però, sinceramente, è ridicolo come è stato concepito il progetto della pista ciclabile da Collesalvetti a Vicarello».

Sui lavori per il primo lotto «Fare un primo lotto che dalla rotonda sotto il cavalcavia di Collesalvetti arriva fino a Via del Mirto non serve a molto, dato che non congiunge Vicarello a Collesalvetti. Ricordiamoci che i 100.000 euro provenienti dalla Regione sono pur sempre frutto delle tasse pagate dai cittadini. Inoltre, incominciare un progetto senza sapere se ci saranno le risorse per completare la pista stessa, come dice l’assessore che spera che il Comune rientri nella graduatoria dei contribuenti, non mi sembra molto corretto».


Un tratto del primo lotto della pista ciclabile

Un tratto del primo lotto della pista ciclabile

Sui fondi comunali bloccati dal Patto di Stabilità «L’assegnazione dei lavori è stata fatta nel febbraio 2013. A marzo 2013 sono stati sospesi per esigenze di equilibrio dei conti pubblici, ovvero per il rispetto del Patto di Stabilità interno. Quindi, da marzo 2013 a marzo 2014 i lavori sono rimasti fermi per questa ragione. Poi, a marzo 2014 prima delle elezioni, miracolosamente, siamo usciti da questo problema. Dopo, a luglio, si sono di nuovo fermati i lavori a causa del Patto di Stabilità. Mi chiedo, allora, come fosse possibile che a marzo 2014 non avessimo più problemi con il Patto, mentre a luglio 2014, quando loro sono già tornati sulle loro poltrone, sì. Questa cosa, pertanto, è stata fatta a fini elettorali, altrimenti c’è una grande incompetenza in Giunta».

Sulla Giunta Bacci «Non è da molto che sono in Consiglio Comunale, però mi sembra che sia come nel Medioevo. C’è il signorotto Lorenzo, con  tutti quanti i cortigiani che governano da soli, che hanno le chiavi del palazzo. Poi, se commettono degli errori oppure non amministrano in maniera corretta, non c’è problema tanto ci sono le tasche dei cittadini da cui andare a prendere i soldi per coprire tutto. Non ritengo che questa sia una cosa molto corretta perché la devono smettere di far pagare, di tanto in tanto, la gabella ai loro sudditi. Come si sono accorti che non rientravano nel Patto di Stabilità da marzo a luglio, nella stessa maniera prima dicevano che il Comune di Collesalvetti era virtuoso, con un bilancio perfetto e con i conti tutti a posto. Poi, a luglio si sono accorti di avere un buco di 600.000 euro. Ma anche in questo caso, nessun problema: ci sono le tasche dei cittadini».

Su come intende muoversi il Movimento 5 Stelle «Già nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale, tra il nostro capogruppo Rossi e l’assessore Menicagli, c’è stato uno scambio di battute in merito alla pista ciclabile. In quella occasione, il nostro capogruppo aveva fatto notare che il tratto di pista ciclabile già costruito si stava riempendo di erba a causa dei lavori fermi. La risposta è stata che sarebbe stata tolta. Ma voglio ricordare che, per togliere quell’erba, c’è bisogno degli operai pagati con i soldi dei cittadini. Noi stiamo lavorando per fare un’interpellanza, raccogliendo tutta la documentazione necessaria, per capire dove sono finiti quei soldi che finanziavano il primo lotto, stanziati a marzo 2013 e già irreperibili un mese dopo, quando sono stati fermati i lavori. E, nel 2014, ancora non ci sono quei soldi. Questo è un modo di buttare via i soldi dei cittadini, dato che anche i soldi provenienti dalla Regione sono il frutto delle tasse pagate da tutti noi».

Segui Collenews su Facebook, clicca “mi piace” qui

Seguici su Twitter, clicca qui