Consiglio Comunale 21 agosto 2014 (2)Collesalvetti L’assessore al Bilancio Andrea Crespolini lo aveva annunciato in un’intervista pubblicata su Collenews lo scorso 30 luglio (leggi qui): «Dal bilancio mancano circa 600 mila euro: o si aumentano le tasse o si tagliano i servizi». Lo stesso aveva fatto Daniele Rossi, capogruppo del Movimento 5 Stelle (leggi qui). Detto, fatto. Il Consiglio Comunale, riunitosi il 21 agosto, ha approvato (10 voti a favore, 3 contrari) l’aumento delle aliquote progressive dell’addizionale comunale Irpef, mantenendo tuttavia l’esenzione per la fascia di reddito fino a 10 mila euro.

 

Crespolini

L’Assessore Crespolini

«Nella stesura del bilancio di previsione – afferma Crespolini nella relazione esposta al Consiglio – abbiamo dovuto prevedere nuove entrate derivanti tagli, come i circa 350 mila euro del fondo di solidarietà. Dopo i risparmi degli scorsi anni, non era possibile effettuare nessun altro taglio. Abbiamo voluto confrontare le nostre aliquote delle addizionali comunali con le altre dei Comuni limitrofi e abbiamo visto che le nostre sono al di sotto della media generale. Abbiamo inoltre – prosegue – previsto una soglia di esenzione per i redditi più bassi, ovvero quelli fino a 10 mila euro. Per questo motivo, per tutelare questa fascia di reddito, abbiamo dovuto avvicinare le varie aliquote alla media degli altri comuni. Questa misura permetterà di correggere gli effetti negativi di questa manovra e conferma l’interessamento dell’Amministrazione a tutelare tutti quei soggetti che hanno avuto ripercussioni negative in questi anni, così come la priorità assoluta di non tagliare alcuni servizi fondamentali come le mense scolastiche e i trasporti».


 

 

Queste le aliquote approvate nel Consiglio Comunale del 21 agosto 2014:

  • 0.65% fino a € 15.000,00;
  • 0.69% da € 15.001,00  fino a € 28.000,00;
  • 0.78% da € 28.001,00 fino a € 55.000,00;
  • 0.79% da € 55.001,00 fino a € 75.000,00;
  • 0.80% per redditi oltre € 75.000,00.

 

Le aliquote precedenti:

  • 0.40% fino a € 15.000,00;
  • 0.49% da € 15.001,00 fino a € 28.000,00;
  • 0.60% da € 28.001,00 fino a € 55.000,00;
  • 0.79% da € 55.001,00 fino a € 75.000,00;
  • 0.80% per redditi oltre € 75.000,00.