IvecoBiscottino 65.000 euro. E’ questa l’entità del danno subito dall’Officina Fratelli Santucci di Biscottino (Stagno). Un danno enorme, già denunciato ai carabinieri, ovviamente, dal rappresentante legale della Società, Carlo Santucci.

 

Il furto è avvenuto in piena notte, quando dei malfattori si sono introdotti all’interno della proprietà, piegandone la recinzione. Numerosi e di valore, gli oggetti sottratti. Rubati ache 1662,93 euro in contanti. All’inizio i delinquenti hanno preso cognizione dei locali dell’officina, dove hanno individuato le chiavi di un mezzo che si trovava sul luogo, in riparazione, un Fiat Ducato. Avvalendosi di questo, i malviventi hanno anche rubato 9 biciclette da corsa; 1 decespugliatore; 1 saldatrice; 1 cassetta degli attrezzi; 2 semrigliatrici; chiavi dinamometriche; 1 scatola con un martello pneumatico; 1 calibro in alluminio; 1 scatola con trapano ed accessori; estrattori; un avvitatore ed 1 generatore di corrente. Rubati anche dei ricambi originali; 1 fonometro; 1 prova fari; 1 opacimetro; 2 PC portatili e 1 fisso; 1 telefono palmare; una macchina da scrivere elettrica della Olivetti; 1 calcolatrice elettrica; 2 modellini Iveco e altro ancora.


 

Successivamente, hanno divelto la porta di accesso dei locali nuovi dell’officina e, una volta dentro, hanno forzato i cassetti della scrivania dell’ufficio di Santucci, infranto la vetrina di un mobile che lo stesso Santucci usa per l’esposizione di modelli di auto ed hanno danneggiato anche il distributore automatico, al fine di portarne via le bevande che erano all’interno. Non paghi, i delinquenti hanno anche asportato dai mezzi in sosta 200 litri di gasolio.

 

Una delle carte di credito rubate è stata peraltro utilizzata indebitamente per prelievi e pagamenti per la somma complessiva di 1029,71 euro. Sulla vicenda, anche al fine di recuperare ciò che è stato indebitamente sottratto, dovranno adesso far luce gli inquirenti.