InterportoInterporto Un bando pubblico per l’assegnazione di aree ubicate all’interno dell’Interporto toscano “A. Vespucci” di Guasticce, finalizzate prioritariamente alla delocalizzazione delle attività di autotrasporto e/o logistica del territorio comunale. E’ quanto emanato dal Comune di Collesalvetti.

Il Comune di Collesalvetti intende dunque assegnare delle aree ubicate all’interno dell’Interporto  Toscano “A. Vespucci” di Guasticce, messe a disposizione del Comune da parte della società ITAV s.p.a., per una estensione pari a circa 74.758 mq. o quanti realmente saranno a  seguito di redazione di frazionamento. L’area suddivisa in singoli lotti è meglio rappresentata negli elaborati tecnici progettuali che costituiscono parte integrante e  sostanziale del bando di assegnazione.


 

Chi può presentare domanda

Possono presentare la domanda per partecipare al presente bando gli operatori dell’autotrasporto e/o della logistica che hanno la sede operativa dell’attività nel territorio  comunale

 

Modalità di assegnazione delle aree

Gli operatori che presenteranno la domanda per l’assegnazione delle aree suddivise in lotti, potranno scegliere fra 2 opzioni: acquisirle direttamente in proprietà con contratto di compravendita o acquisirle mediante leasing immobiliare attivato con banca o istituto di credito  bancario. L’operatore o gli operatori che intenda acquisire più lotti potrà scegliere anche entrambe le  modalità in combinato.

 

Requisiti richiesti

La domanda di partecipazione al presente bando può essere presentata esclusivamente  da operatori esercenti attività di autotrasporto e/o logistica con sede operativa  dell’attività nel territorio del Comune di Collesalvetti. Gli operatori di cui al comma 1 dell’articolo 3 del bando, al momento della presentazione  della domanda, devono essere strutturati in forma di impresa artigiana/di Società di persone/di Società di capitali/di Impresa cooperativa o di Società consortile, ai sensi  delle norme specifiche di settore e di quelle poste in materia di imprese dal codice civile. I suddetti operatori potranno presentare la domanda di assegnazione dei lotti messi  bando, singolarmente o congiuntamente. A pena di esclusione dal bando, ogni operatore potrà partecipare alla assegnazione delle aree, esclusivamente  presentando domanda di assegnazione di uno o più lotti, o singolarmente, o  congiuntamente: sarà escluso l’operatore che, nell’ambito del presente bando, onde  ottenere l’assegnazione del medesimo lotto o di lotti differenti, presenti domanda  singolarmente ed anche congiuntamente anche con altri operatori. I soggetti che presentino domanda singolarmente o congiuntamente per chiedere  l’assegnazione di uno o più lotti, al momento della presentazione delle domanda di  assegnazione, dovranno possedere, a pena di esclusione, almeno i requisiti di cui all’art. 3 comma 4 del bando.

 

Per la modalità di presentazione della domanda e l’elenco della documentazione collegata; i criteri per la formazione della graduatoria e l’assegnazione delle aree; le informazioni circa la relativa procedura ed il costo dei lotti; le modalità di pagamento e le casistiche di abbattimento del prezzo; per le opere di urbanizzazione e contributi e quant’altro, è possibile scaricare qua di seguito il bando completo, ma anche i relativi modelli di domanda.

 

Bando Interporto

Modello domanda per impresa singola

Modello domanda per più imprese