Foto3Mortaiolo Lunedì 19 maggio, presso il Circolo Arci di Mortaiolo, si è svolta la cena elettorale del Pd, in cui sono intervenuti il candidato sindaco Lorenzo Bacci e gran parte degli aspiranti ad un seggio del Consiglio Comunale. Presenti alla serata circa 50 tra persone e militanti.

 

Il primo cittadino uscente, parlando ai presenti, si è detto «ottimista riguardo all’appuntamento del 25 maggio perché ritengo che sarà decisivo non solo per Collesalvetti, ma anche per tutto il nostro Paese. Noi abbiamo una coalizione identica a quella del 2009, forse migliorata. Non ci sono stati divisioni e liti perché, a differenza delle altre parti politiche, qui c’è un progetto. La cosa positiva – prosegue – è che noi ci siamo in maniera convinta e migliore rispetto alla scorsa volta perché vedo sette ragazzi consiglieri sotto i 30 anni che si candidano per il Pd, per un partito che è nato per loro e che quando molti di loro hanno iniziato a votare era in embrione. Siamo in un momento in cui è necessario rinnovare il partito».


 

«Noi – continua Bacci – abbiamo Matteo Renzi alla guida del Paese, che ha cambiato marcia in maniera evidente perché è da febbraio che questo governo si è insediato e già dei segnali evidenti sono stati dati, sia a livello di messaggio politico sia a livello di questioni concrete, vedi la redistribuzione degli 80 in busta paga, di cui non ho memoria da quando voto io, cioè da 15 anni. È una minima – sottolinea – ma importante redistribuzione nei confronti delle classi più basse: 10 milioni di persone consumano e rimettono in moto il sistema dei consumi con questi soldi. Questo segnale che si va ad accompagnare con lo sblocco del Patto di Stabilità per quanto riguarda l’edilizia scolastica, sono segnali che da sindaco finalmente vedo».

 

Il candidato sindaco Lorenzo Bacci

Il candidato sindaco Lorenzo Bacci

Significativo anche l’intervento di Maurizio Scatena, Segretario del Pd di Collesalvetti e candidato al Consiglio Comunale: «Questa cena è chiaramente a sostegno di tutti i nostri candidati consiglieri, ma soprattutto a sostegno della ricandidatura di Lorenzo Bacci a sindaco di Collesalvetti. Non è facile come l’altra volta, il clima politico è completamente diverso rispetto al 2009, lo vedete anche attraverso la televisione: l’antipolitica sta attraversando la nostra società accompagnata da una crisi sociale non da poco, la più grande del dopoguerra. Aldilà di questo momento difficile, che deve essere il punto di riferimento per la nostra Amministrazione, oggi – afferma – siamo qui per passare un momento di festa, rilassamento, di sostegno al partito e a Lorenzo. Qui ci sono presenti» quasi tutti «i 16 candidati al Consiglio Comunale del Partito Democratico», «è una lista composta da 9 uomini e 7 donne, in cui si è cercato di incentivare la partecipazione dei giovani. Ci sono sette persone che hanno meno di 30 anni, accompagnate da gente di esperienza come me, Viviano Menicagli, Giuliano Lupi e Irene Visone. Speriamo di fare un buon lavoro, speriamo anche che il partito riesca a portare molte persone a votare, visto che c’è molta disaffezione. Abbiamo poi Lorenzo, candidato sindaco e sindaco uscente, che dovrà affrontare una situazione più complicata rispetto alla scorsa volta, visto che deve confrontarsi con sei concorrenti».