Valle delle MignatteStagno  Durante l’ultima seduta del Consiglio Comunale, tenutasi il 4 aprile scorso è stata approvata una delibera, posta al sesto punto all’ordine del giorno ed avente ad oggetto l’adozione di un atto di variante urbanistica per la delocalizzazione di attività impattante dell’ area della “Valle delle Mignatte” presente in località Stagno. Al delibera è stata presentata dall’Assessore Alberto Benedetti che ha parlato, al riguardo, di un «provvedimento importantissimo per il Comune di Collesalvetti che consta di una variante urbanistica a seguito di un protocollo di intesa e riguardante la delocalizzazione di attività impattante, presente nella località di stagno in zona Valle delle Mignatte dove attualmente insiste un’attività pesante di logistica legata all’autotrasporto per via della presenza di un area di stoccaggio per containers».

 

«Dopo la firma del protocollo di intesa fra il Comune e i proprietari dell’ area – ha spiegato Benedetti – ognuna delle due parti ha preso degli impegni: ai proprietari dell’ area veniva chiesta una sorta di attività di individuazione poiché quell’area non è conforme alle attività che vi sono tate legalmente programmate. Nonostante questo l’attività continua ad essere insediata lì a seguito di un condono degli anni ottanta, anche secondo quanto stabilito dai nostri strumenti urbanistici, ma l’area in questione non ha le funzionalità previste per ospitare un’attività del genere. Quindi l’attività in questione aveva preso in quell’ atto l’impegno di chiedere all’ Amministrazione l’individuazioni di funzioni differenti per poter riutilizzare quell’area in maniera diversa, ovviamente concordandole con l’Amministrazione stessa. L’Amministrazione invece si impegnava a dargli delle funzioni differenti da quelle che attualmente ha perché quell’area sarebbe sostanzialmente inutilizzabile in quanto si tratta di terreno verde agricolo urbano. Bisognerebbe quindi dargli delle funzioni tali da incentivare la delocalizzazione di quelle attività particolarmente impattanti per quella zona di Stagno perchè attualmente si utilizza la biforcazione dello svincolo 6 in entrata ed il nuovo percorso stradale della variante Aurelia fino all’intercettazione della via Aiaccia per un tratto,  la via Pertini per un altro e tutta la via Berlinguer per un altro».


 

«La zona di interesse non passa per il centro di Stagno ma va a lambire zone abitate creando notevoli disagi nei momenti di sbarco ed imbarco dei contenitori. L’Amministrazione secondo quanto stabilito dal protocollo ha quindi individuato un area meno impattante dove dislocare l’attivita. Un’area di circa 20600 mq dove si potrà di fatto realizzare verde pubblico parcheggi e viabilità che non saranno proprietà dell’Amministrazione ma saranno affidati alla proprietà stessa. Questo provvedimento eliminerà quindi il passaggio dei mezzi pesanti dall’area e la viabilità dei centri abitati interni di Stagno».

 

Dopo l’intervento dell’Assessore Benedetti la delibera inerente il protocollo di variante urbanistica avente ad oggetto la delocalizzazione di attività impattante avente sede presso la località denominata Valle delle Mignatte sita nella frazione di Stagno è stata approvata dal Consiglio Comunale con 14 voti a favore e 2 astensioni.