caneCollesalvetti –Con l’entrata in vigore dell’Ordinanza del Ministero Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali il 6 agosto 2008 (avente come oggetto “Ordinanza contingibile ed urgente concernente misure per l’identificazione e la registrazione della popolazione canina”), l’anagrafe canina è entrata  finalmente a regime, contribuendo a eliminare fortemente  il fenomeno del randagismo. Il Comune dei Collesalvetti, dal canto suo, con l’Ordinanza del Sindaco n. 4 del 5 marzo 2014, ha ribadito  l’obbligatorietà di provvedere all’identificazione e alla registrazione dei cani, in conformità alle disposizioni adottate dalla normativa nazionale, per poter svolgere un efficace controllo della popolazione canina. Con l’identificazione e la registrazione di tutta la popolazione canina presente sul territorio comunale,  ci sarà un maggior controllo e una diminuzione del fenomeno del randagismo, spesso causa di problemi per la salute pubblica, per l’incolumità personale oltre che pericolo per la circolazione stradale.

Con questa ordinanza il Sindaco ricorda che il proprietario di un cane deve provvedere a far identificare e registrare l’animale entro e non oltre il secondo mese di vita, mediante l’applicazione del microchip. Il proprietario di cane di età superiore ai due mesi è tenuto a identificare e registrare il cane all’anagrafe canina entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore dell’ordinanza in questione. Per l’adempimento di tali misure, il proprietario deve rivolgersi esclusivamente: al Servizio Veterinario dell’Azienda USL  n. 6 di Livorno, con sede in Borgo San Jacopo n. 59 oppure ad un veterinario libero professionista, abilitato ad accedere all’anagrafe canina regionale, secondo modalità definite dalla Regione Toscana.


 

I veterinari che provvedono all’applicazione del microchip devono contestualmente effettuare la registrazione all’anagrafe canina dei soggetti identificati. Il certificato di iscrizione in anagrafe  canina deve accompagnare il cane in tutti i trasferimenti di proprietà. Inoltre, l’Amministrazione Comunale ricorda che i proprietari o detentori di cani già identificati ma non ancora registrati sono obbligati a provvedere alla registrazione all’anagrafe canina  entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore di questa ordinanza.

 

Con l’occasione, il Comune ricorda anche che è vietata la vendita di cani di età inferiore ai due mesi, nonché la cessione a qualsiasi titolo di cani non identificati e registrati in conformità alla presente ordinanza. All’accertamento delle violazioni di tale ordinanza sono deputati gli organi di vigilanza del Servizio Veterinario dell’Azienda U.S.L. n. 6 di Livorno  e del Comando di Polizia Municipale del Comune di Collesalvetti. In particolare, la Polizia Municipale è dotata di un dispositivo di lettura di microchip ISO compatibile, al fine dell’effettuazione dei controlli di prevenzione del randagismo. Chiunque violerà le disposizioni contenute nell’ordinanza sarà soggetto a sanzioni amministrative.

 

Per prendere visione dell’ordinanza si può far riferimento all’Albo Pretorio on-line del sito del Comune, oppure ci si può rivolgere all’Ufficio Ambiente (n. tel.: 0586-980270), che è disponibile per ogni tipo di informazione.