la partecipazionne è stata soddisfacente, "ma si può fare di meglio" è l'idea dei membri di M5S

Un momento dell’Assemblea a stelle

Stagno – Lunedì 27 Gennaio si è tenuto, presso il Centro Civico di Stagno, l’incontro organizzato dal circolo locale del Movimento 5 Stelle, per la presentazione del proprio programma, in vista delle amministrative di quest’anno. Tante le proposte di questi cittadini per il Comune colligiano e per la propria frazione di appartenenza. Ad aprire l’incontro è stato Daniele Rossi, che ha illustrato il processo che ha portato alla creazione del nucleo colligiano e  spiegato, inoltre, come il giro delle frazioni serva a raccogliere in una prima istanza le lamentele, i consigli e le richieste dei propri concittadini. Queste riunioni sono state pensate dal M5S come mezzo per poter comunicare in modo più diretto possibile con la cittadinanza di ogni singola frazione: infatti in ogni riunione verrà approfondita la parte di programma che interessa di più la frazione ospitante.

 

Qualità dell’aria e verde urbano A seguito di questa breve introduzione, Rossi ha lasciato la parola a Roberto Sozzi, che inizia ad affrontare la questione dell’ambiente. Per Sozzi «la classifica, stilata dall’Istituto Sentieri, pone il Comune di Collesalvetti quinto in Italia, per il tasso di tumori diagnosticato». Secondo l’esponente pentastellato «il Comune viene superato solo da “giganti” dello smog, come Taranto». L’idea del Movimento sarebbe quella di affrontare la questione direttamente con l’Eni, «per cercare di arrivare ad un accordo per una nuova diminuzione delle emissioni». Proseguendo con il tema ambiente, Sozzi fa notare come, a suo parere, sia scomparso gran parte del verde dalla frazione e come esso vada reintegrato attraverso una politica di “riforestazione”, così da permettere anche lo sfruttamento , in maniera turistica, del bosco stagnino.


 

Svincolo 6 e Centro Sportivo Multifunzionale Dal punto di vista delle opere pubbliche, poi, l’esponente dei 5 stelle, parla della «necessità di mettere a norma lo “Svincolo 6″», che, secondo i 5 stelle, appunto, non sarebbe adatto al passaggio dei mezzi pesanti, il che lo rende inservibile per lo scopo per cui è stato realizzato, cioè l’alleggerimento del traffico pesante all’interno della frazione». Infine, sempre su Stagno, gli esponenti del Movimento che fa capo a Beppe Grillo, vorrebbero la creazione di un centro sportivo multifunzionale «attualmente assente all’interno della frazione».

 

Dopo la discussione di queste tematiche, è stato dato modo alle persone presenti di poter porre domande o lamentarsi di qualcosa. Fra questi interventi, una segnalazione, da parte di un cittadino, relativa al pericolo che rappresenterebbero i lavori sulla strada per Guasticce «dove pare vi sia l’intento di reintrodurre il traffico di mezzi pesanti».

 

 

Autovelox e wi-fiA seguire, l’intervento di Alessio Foglia, di Collesalvetti, che ha parlato della gestione generale del territorio, a livello comunale, non rivolgendosi quindi ad una frazione in particolare, ma a tutte. Foglia ha iniziato il suo discorso parlando di come nella visione del Movimento, vi sia l’interesse, nel campo delle opere pubbliche, a mantenere l’esistente, nel modo più economico e allo stesso tempo efficiente possibile per il Comune, così da poter investire anche in altre iniziative, fra cui un miglior sistema di prevenzione degli incidenti stradali – sostituzione in toto degli autovelox, con sistemi innovativi -; aumentare la copertura del wi-fi, o perlomeno renderla omogenea in tutte le  zone del Comune, in quanto in alcune, a giudizio dei pentastellati «è pessima o totalmente assente».

 

 

La raccolta dei rifiuti porta a porta Per Foglia, che ha criticato la gestione dei fondi pubblici fatta a livello locale, «è possibile, anche in questi tempi di crisi, andare incontro alle necessità ed alle richieste dei cittadini». Concluso l’intervento del pentastellato, l’esposizione del punto principe di tutto il programma a 5 stelle: il progetto di raccolta porta a porta dei rifiuti. «Il progetto presentato – hanno spiegato – opera come un grande collante fra tutti i punti già affrontati. Sul piano economico, la raccolta porta a porta, porterebbe al taglio delle tasse sui rifiuti nel Comune, oltretutto sgravando il Comune di molti dei costi per la riscossione». Per Gennari «il progetto, che si basa su un modello già utilizzato in modo efficiente anche in Comuni più grandi, si autofinanzia; non inciderà praticamente per nulla sul bilancio comunale». «Da un punto di vista ambientale invece – rilevano – sarebbe l’occasione per togliere i cassonetti dei rifiuti dalla strada e diminuire in modo significativo i rifiuti per lasciati per la terra».

 

Contestazioni per la linea di Beppe Grillo La riunione si è dunque conclusa con un grande dibattito fra le persone presenti, su molti dei temi che non riguardano solo la realtà locale ma anche nazionale. Dai partecipanti, infatti, sono pervenute richieste di delucidazioni sul Movimento nazionale, ma non solo. Sono stati mossi rilievi nei confronti di Beppe Grillo e del sul modo di porsi all’interno che all’esterno del partito. Questa è stata la parte più consistente della serata, un vero e proprio forum, dove ci sono stati scambi di opinioni e discussioni.

 

Alla fine della lunga serata – iniziata alle 21 e 15 e terminata quasi all’una del mattino – che ha visto la partecipazione di una ventina di persone circa – i membri del Movimento 5 Stelle  si sono detti soddisfatti di questo confronto con i propri compaesani e speranzosi  in una sempre più maggiore collaborazione di tutti i colligiani, «così da poter costruire una Collesalvetti fatta da tutti».