Parrana San Martino Affinché si possa valorizzare il patrimonio artistico-ambientale di un territorio, è necessario che questo sia almeno conosciuto da chi dovrebbe in primo luogo tutelarlo.

Per questo motivo l’associazione Salviamo il Salvabile, associazione che da oltre 10 anni lavora e si batte per la salvaguardia del patrimonio storico-artistico-ambientale nel Comune di Collesalvetti, organizza il 26 agosto un incontro con gli assessori alla cultura di Collesalvetti e Livorno, Vannozzi e Lenzi, l’assessore con delega alle
colline di Collesalvetti, Fattorini, i sindaci di Livorno e Collesalvetti, Salvetti e Antolini e il presidente di Asa, Ceravolo. Sarà presente anche il consigliere regionale Gazzetti.


Salviamo il Salvabile – si legge in una nota dell’associazione stessa – guiderà gli amministratori in un’escursione ad alcune parti accessibili dell’Acquedotto Leopoldino affinché si rendano conto personalmente delle conseguenze di decenni di abbandono. Occorrono – sottolineano ancora dall’associazione – interventi immediati per evitare che “un monumento lungo 18 km” non scompaia: gallerie, arcate, cisterne ecc. stanno crollando a causa della vegetazione che sta prendendo esclusivo possesso della struttura“.

Alle 8:30, dopo il saluto dei sindaci di Collesalvetti e Livorno, Antolini e Salvetti e del presidente di Asa, Ceravolo, a Parrana San Martino (inizio via del Pino) avrà inizio l’escursione a piedi che porterà i partecipanti a Parrana S. Giusto attraverso boschi di lecci e macchia mediterranea, su per sentieri impervi che costeggiano l’acquedotto, sotto ponti con arcate singole e doppie, sopra scalinate che fiancheggiano le cisterne di decantazione e su pietre che ricoprono la canaletta nella quale un tempo scorreva l’acqua.

Da Parrana S. Giusto, con un mezzo, si raggiungerà Colognole fino alle sorgenti dove  proseguirà l’escursione che consentirà ai partecipanti di godere dello splendido ambiente e di ammirare le pregevoli architetture dell’Acquedotto Leopoldino. Al termine dell’escursione i partecipanti saranno riaccompagnati alle loro auto.

Segui Collenews su Facebook, clicca “mi piace” qui

Seguici su Twitterclicca qui
Segui le notizie su Instagramclicca qui