Vicarello Come mai abbiamo voluto citare per prima la Costituzione nel titolo della Festa dell’Unità di quest’anno,  dedicata alle associazioni del nostro territorio? Non solo perché la Costituzione riconosce  i diritti dell’associazionismo,  ma anche perché  la Costituzione è il testo che esprime  la volontà degli Italiani di essere associati ad una comunità:  la Repubblica Italiana.

È lì che sono scritti i valori fondamentali che ci portano a creare associazioni per lo sport, la cultura, l’assistenza e in generale  per i vari aspetti  della  vita sociale. Le associazioni devono quindi essere oggetto del pensiero e dell’azione della politica.


La politica in democrazia non può limitarsi ad un capo-partito che tiene i rapporti diretti via televisione, giornali o web solo con i cittadini come singoli individui, sia a livello nazionale che a livello locale: questa è una prospettiva  pericolosa per la vita democratica del Paese.

Un’ultima riflessione su una particolare associazione: il partito politico, come il nostro Partito Democratico.

La Costituzione recita:  “Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale”. È proprio in questo articolo 49 che si individua un modo per concretizzare l’articolo primo della Costituzione stessa:  “ L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.”

I partiti politici sono quindi fondamentali per la democrazia, nonostante questo venga dimenticato a causa del  distacco e, talvolta, il disprezzo nei confronti della politica. I partiti servono per formare e  selezionare la classe dirigente, a partire dai consigli comunali per arrivare al governo della Repubblica. Purtroppo è diffusa l’idea che i partiti servano per fare carriera o peggio, a perseguire  i  propri interessi economici. Questa visione è in buona parte risultato della condotta non esemplare dei politici.

Ma non è vero che i partiti sono tutti uguali e testimonianza di ciò è rappresentata dai volontari che, con il loro impegno gratuito, rendono possibile la Festa dell’Unità di Vicarello. Un saluto alle associazioni di Vicarello a cui è la Festa è dedicata. Buona Festa dell’Unità!

Adelio Antolini

Segretario del Partito Democratico di Vicarello

(redazionale pubblicitario redatto dal Partito Democratico di Vicarello)