guardia-di-finanza-drogaCollesalvetti 32 ovuli di hashish, cocaina e 8 mila euro di denaro contante. É quanto aveva con se un cittadino marocchino di 34 anni che è stato arrestato.

 

Nella mattinata del 21 settembre scorso, i militari della Sezione Mobile del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Livorno hanno arrestato in flagranza di reato un cittadino marocchino di 34 anni, domiciliato a Collesalvetti, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, nel corso di una perquisizione domiciliare effettuata presso due appartamenti nella disponibilità del soggetto sono stati rinvenuti 32 ovuli di hashish per un peso complessivo di 330 grammi, circa 21 grammi di cocaina (assieme ad un bilancino di precisione), nonché 8 mila euro circa in denaro contante, costituito anche da banconote del taglio di 500 euro, da considerarsi – spiegano i militari della Guardia di Finanza di Livorno – provento dell’attività illecita.


 

La droga è stata individuata all’interno di un borsone, occultato sotto il letto della stanza da letto mentre gran parte del denaro era custodito all’interno del comodino. Il soggetto risulta aver presentato dichiarazioni dei redditi con importi irrisori, del tutto sproporzionati con il valore del denaro contante rinvenuto. Pluripregiudicato con precedenti di polizia per ricettazione e lesioni personali, l’uomo era stato già arrestato nel corso del 2011, sempre dalla Guardia di Finanza di Livorno, per la detenzione di circa 800 grammi di hashish.

 

Informato il magistrato di turno, l’uomo è stato tratto in arresto e trasportato presso il carcere “Le Sughere” di Livorno. Prosegue così l’incessante l’attività di controllo del territorio delle Fiamme Gialle nella provincia labronica, a tutela della sicurezza dei cittadini, per intercettare sostanze stupefacenti che possono essere dirette in zona per il presumibile consumo anche di giovani ragazzi.

 

Segui Collenews su Facebook, clicca “mi piace” qui

Seguici su Twitter, clicca qui