20151004_134105Maltempo Strade trasformate in fiumi, attività commerciali, case, campi e giardini allagati. Torna la bomba d’acqua nel Comune di Collesalvetti (la zona più colpita) e sistematicamente tornano i disagi. La violente precipitazioni abbattutesi sul territorio si sono concentrate tra le 06:15 e le 08:00 di questa mattina e sono state rilevate dal pluviometro regionale di Stagno in complessivi 68 millimetri d’acqua

 

Oltre all’acqua, però, anche da forti raffiche di vento, nonostante non fossimo in presenza di alcuna emissione di allerta meteo è stato attivato il sistema comunale di Protezione Civile per le attività di ripristino e soccorso alle popolazioni, principalmente per le criticità connesse al deflusso del reticolo di scolo delle acque meteoriche e per il danneggiamento e caduta di alberi e elementi di copertura di alcuni fabbricati.


 

 

Il sistema comunale – rifersicono dal Comune – ha operato l’attività in autonomia diretta attivando in primo luogo la squadra di reperibilità (tecnico più due operatori) ed integrandola nel corso della mattinata con ulteriori 6 operatori, due tecnici e il responsabile di Protezione Civile. La struttura Comunale si è avvalsa da subito di 2 squadre e 6 operatori della Pubblica Assistenza di Collesalvetti che
avevano in disponibilità anche 2 pompe idrovore utilizzate per l’asciugamento dei locali allagati.

 

L’attività si è estesa su tutta la zona pianeggiante del territorio. Questo, il report delle criticità emerse:

 

COLLESALVETTI Zona industriale “La Chiusa” (allagamenti su Via Milano e Via Torino)

 

VICARELLO Interventi eseguiti su Via Galilei (tratto terminale, 2 abitazioni con infiltrazioni di acqua), Via Marconi in prossimità dell’attraversamento ferroviario e lungo la SP 555 (intersezione con il Fosso Fologno)

 

allagamenti alluvione GuasticceGUASTICCE Via Sturzo (il tratto all’incrocio con Via della Chiesa è stato oggetto di ristagni d’acqua che hanno interessato varie abitazioni e attività commerciali; ulteriori disagi sono dovuti ad un blocco alla stazione di sollevamento della rete fognaria). Zona industriale ex Cmf (si è provveduto ad attivare l’impianto idrovoro supplementare per aumentare il deflusso delle rete di raccolta acque meteoriche e limitare il disagio alle attività produttive di fronte alle quali si era allagata la strada, rendendo difficoltoso l’accesso alla struttura).

 

STAGNO Disagi rilevati in Via Don Giovanni Verità, in Via F.lli Rosselli e Via XXV Aprile, dove il Comune è intervenutocon le pompe idrovore per liberare i locali dalle acque. Rilevate anche caduta di tegole dalle coperture al civico 8 di Via Don Giovanni Verità (transennata l’area e richiesta verifica al Comando dei Vigili del Fuoco per lo stato di sicurezza della copertura). Buona tenuta complessiva del deflusso del Cateratto e del sottopasso di Via Pertini.

 

Vari gli alberi e i rami caduti per i quali si è provveduto alla rimozione del pericolo. A Guasticce, lungo la 555, è stato rimosso un cipresso caduto; a Stagno in Via Pertini, rimossi altri alberi caduti, mentre in Via Curiel è stato rimosso un ramo caduto. Infine, sempre a Stagno, in Piazza Donatori di Sangue liberato il transito bloccato da un cipresso e un leccio caduti nel sottostante parcheggio palestra. Gli interventi – fanno sapere dal Comune – sono in fase di completamento, ma le criticità sono superate e stanno proseguendo interventi su Via XXV aprile (l’ultima criticità aperta).

 

Segui Collenews su Facebookclicca “mi piace” qui

Seguici su Twitter, clicca qui