CINTIO

Giuseppe Cintio (Presidente CDF Stagno)

Stagno L’Amministrazione Comunale aveva invitato, lo scorso 10 aprile, i consiglieri di frazione di Stagno e Guasticce a partecipare ad un incontro, fissato per il 16 aprile alle 21, presso il Municipio per approfondire le tematiche relative al progetto dell’impianto di cogenerazione a biomasse che dovrebbe esser costruito fra Stagno e Guasticce e contro il quale si erano espresse le due frazioni all’assemblea dell’8 aprile scorso (leggi qui). Ieri, in serata, la risposta del Consiglio di Frazione di Stagno: no. Invito declinato. Il CDF stagnino non si presenterà dunque all’incontro. E lo stesso giorno alla stessa ora si riunirà in assemblea pubblica presso la propria sede. Un gesto senza precedenti, le cui motivazioni sono spiegate in una lettera inoltrata all’Amministrazione stessa.

 

Le esternazioni di Demi rendono «vano» l’incontro «Egregi signori, facendo seguito all’articolo apparso sulla stampa locale in data domenica 12 aprile 2015 inerente le affermazioni dell’assessore all’ambiente Riccardo Demi, nel quale (Demi, ndr) ribadisce che nonostante la contrarietà della pressoché totalità dei cittadini delle due frazioni limitrofe di Stagno e Guasticce alla costruzione dell’impianto di cogenerazione a biomasse in località “I Pratini”, esso verrà comunque realizzato; se la posizione dell’Amministrazione è univoca con quella dell’assessore, lo scrivente Consiglio di Frazione riunitosi oggi (ieri per chi legge, ndr) in seduta straordinaria spontanea prende atto che le suddette affermazioni di fatto anticipino, annullino e sostituiscano l’invito per il giorno giovedì 16 aprile 2015 presso la sala consiliare del Comune di Collesalvetti, dove verrebbero sicuramente ribadite le due diverse posizioni, rendendolo vano».


 

«Venite voi (e il CDF di Guasticce) da noi» «Ritenendolo di fatto superato – così si legge ancora nella lettera – (il Consiglio di Frazione di Stagno, ndr) declina quindi l’invito e conferma la convocazione del Consiglio di Frazione aperto alla cittadinanza ed al Consiglio di Frazione di Guasticce per il giorno giovedì 16 aprile 2015 alle ore 21:15 presso il salone del Centro Civico di Stagno dove è richiesta ed auspicata la presenza di tutti i destinatari».

 

La missiva, firmata dal presidente Giuseppe Cintio, è stata indirizzata al sindaco Lorenzo Bacci all’assessore Riccardo Demi, a Sandro Lischi dell’Ufficio Ambiente e per conoscenza anche all’assessore alla partecipazione Libera Camici, al presidente del Consiglio Comunale Irene Visone, a tutti i membri della prima commissione consiliare e a tutti i componenti del Consiglio di Frazione di Guasticce. Un gesto forte, senza precedenti, che certamente scombussola le carte in tavola e pone sia l’Amministrazione Comunale, sia soprattutto il Consiglio di Frazione di Guasticce, nella condizione di ripensare la propria tattica diplomatica. Il gesto che nessuno si aspettava, adesso è sotto gli occhi di tutti. Quali ne possano essere le conseguenze è ancora prematuro stabilirlo. Una cosa è certa: il Consiglio di Frazione di Stagno ha voluto mandare un messaggio forte e chiaro.

 

Segui Collenews su Facebook, clicca “mi piace” qui

Seguici su Twitter, clicca qui