area cani CollesalvettiCollesalvetti I proprietari dei cani che frequentano la zona adibita alla sgambatura hanno scritto al Consiglio di Frazione di Collesalvetti per far presenti alcune esigenze dei fruitori e alcuni suggerimenti a chi è preposto al controllo, alla manutenzione ed alla sorveglianza dell’area suddetta, al fine di migliorarne le condizioni e favorirne così un più diffuso utilizzo.

 

Le richieste I punti ritenuti importanti dai fruitori dell’area sono numerosi. I proprietari dei cani ritengono necessario un intervento urgente per eliminare le processionarie; la riparazione della rete di recinzione ove sono presenti rotture che permettono l’uscita dei cani; la disinfestazione periodica della zona da parassiti quali zecche, pulci, etc; la sistemazione di una fontana (o altro) per l’erogazione di acqua potabile; un distributore di sacchetti per la raccolta delle deiezioni dei cani. Oltre a questo, i fruitori dell’area cani chiedono anche lo svuotamento periodico del cestino destinato alla raccolta dei sacchetti.


 

Nella lettera inviata al Consiglio di Frazione, i sottoscrittori chiedono anche ai consiglieri di farsi da tramite nei confronti del sindaco «al fine di ringraziarlo per aver dotato i colligiani a quattro zampe di una così bella zona tutta per loro».

 

La risposta del Consiglio di Frazione Intervistata in merito alle richieste contenute nella lettera, la presidente del CDF Florida Mariottini ha riferito di aver inoltrato la missiva al Comune e che comunque l’intervento per eliminare le processionarie era già nell’agenda dal Comune. Alcune cose, tipo il distributore di sacchetti per la raccolta delle deiezioni dei cani, la Mariottini dubita facciano parte integante del regolamento per la gestione dell’area, ma ammette di non essere edotta sull’argomento. Adesso la palla passerà al Comune, cui spetterà chiarire al Consiglio di Frazione e dunque ai cittadini quali siano le condizioni vigenti nell’area. «Se alcune cose non sono previste – conclude la Mariottini – il Comune ce lo comunicherà e valuteremo a quel punto se ciò che non era originariamente previsto sia il caso di formularlo come richiesta mediante l’apposita modulistica».

 

L’Amministrazione, comunque, aveva già fatto comunicato al precedente Consiglio di Frazione che avrebbe provveduto a stilare un bando di gara per l’affidamento in gestione e la manutenzione dell’area prevedendo nel bando anche l’acquisto di un minimo di corredo urbano necessario per l’area (panchine, cestini ed eventuale fontanella o quanto meno un punto di erogazione di acqua).