Ettore FiaschiCollesalvetti Interviene anche il Movimento 5 Stelle sulle elezioni dei Presidenti dei Consigli di Frazione che avverranno il prossimo 13 e 14 gennaio. Il consigliere comunale Ettore Fiaschi ha infatti inviato una lettera a Collenews nella quale da un lato auspica che da queste elezioni siano tenuti lontani gli interessi di parte e dall’altra giudica «assurdo» che queste votazioni avvengano in maniera non aperta al pubblico. Queste, le sue considerazioni:

 

«Carissimo Direttore,


ho appreso da questa testata che la prossima settimana si riuniranno i nuovi Consigli di Frazione per le elezioni delle cariche direttive. Faccio ai miei concittadini i migliori auguri per svolgere questo nuovo impegno nella migliore maniera possibile e sempre dalla parte dei cittadini che loro rappresentano. Come riportato all’art.1 comma 2 del Regolamento “Il consiglio di Frazione, quale organismo di partecipazione popolare…è espressione delle varie realtà della frazione”. Ed è proprio di questo che mi auguro si faranno carico i nuovi eletti in questo loro primo atto per la scelta della cariche direttive. Caro Direttore, nel passato editoriale sui Consigli di Frazione lei parlò di contrapposizione tra maggioranza ed opposizione. Io spero di no! Non è questo il principio per cui sono concepiti questi istituti di partecipazione. Sono convinto che i nostri rappresentanti, intendo rappresentanti di tutti i cittadini, siano coscienti di questo e che le cariche siano, per quanto possibile, rappresentanza di tutte quelle realtà politiche ed associazionistiche della frazione. Per una volta teniamo gli interessi di parte lontani da questa che vuole essere Politica con la P maiuscola, in completa autonomia, come intesa dal Macchiavelli. Certo non comprendo la scelta di non rendere questo primo incontro aperto al pubblico. Io credo che queste assemblee debbano essere sempre aperte; non vedo il motivo per non esserlo! Mi sembra veramente assurdo. Si prendono decisioni a favore della comunità, ma questa comunità ne deve restare fuori! Vorrei conoscere le motivazioni che hanno portato a questa scelta! Il “Regolamento” art.11 comma 2 prevede che le riunioni siano pubbliche, quindi cominciare il cammino con uno strappo al Regolamento non è certo un buon viatico! Io comunque, cercherò di essere presente nella mia qualità di Consigliere e cittadino. Di nuovo i miei più sinceri auguri a tutti quelli che volontariamente si sono posti al servizio della cittadinanza. Gli auguro un buon lavoro, certo che con il loro impegno, il loro essere vicini alla gente, sapranno dare a noi, portavoce dei cittadini in Comune, tutte quelle indicazioni e quegli elementi per la costruzione di un Comune sempre più prossimo alle esigenze dei suoi residenti. Ettore Fiaschi».