CAM00504Nugola Opere pubbliche ed interventi vari su Nugola. Sono stati questi i temi trattati ieri sera durante la seduta del Consiglio di Frazione che ha visto presenti gli Assessori Crespolini e Menicagli. Ad aprire la riunione è stato il presidente del Consiglio di Frazione di Nugola, Francesco Liuni che si è detto entusiasta di aver potuto realizzare un incontro simile poiché «è importante vedere cosa è possibile fare su Nugola anche in vista degli obiettivi che ci eravamo prefissati. Inoltre credo che sia importante che gli amministratori degli enti locali stabiliscano un rapporto di comunicazione con la cittadinanza attraverso questi incontri. Gli Assessori – ha continuato Liuni – sono stati convocati stasera anche per discutere di progetti importanti per la frazione come quello riguardante gli scarichi delle acque, quello della ristrutturazione del giardino storico e anche per la questione del famoso progetto “stradello” che doveva connettere la parte bassa del paese alla parte alta del paese».

«Qualcuno, prima che questo incontro venisse fissato, ha anche fatto presente che c’è un cartello stradale da ripristinare all’inizio del paese e alcuni cittadini hanno anche manifestato del disagio per la mancanza o il malfunzionamento degli impianti di illuminazione in alcune parti del paese».


 

Ass. Andrea Crespolini

L’Assessore Andrea Crespolini

A seguire ha preso la parola l’Assessore Crespolini, già intervenuto due settimane prima nella stessa sede, nell’ambito di in un incontro relativo al Bilancio. «Vorrei concentrare l’attenzione dei presenti sugli investimenti – ha esordito l’Assessore – poiché essi sono fondamentali per capire cosa fare nel futuro prossimo dal punto di vista delle opere pubbliche. Quello che l’Assessore Menicagli vi dirà, sarà sostanzialmente quello che si potrà fare e quello che non si potrà fare». Crespolini ha inoltre informato i presenti dell’imminente arrivo della connessione Adsl affermando che: entro fine ottobre, tutte le centraline verranno aggiornate e partiranno i test. «La Telecom sta già sottoscrivendo tutti i contratti, quindi presumo che l’arrivo della connessione sia questione di poco tempo».

 

Roberto Menicagli, Assessore ai Trasporti

L’Assessore Roberto Menicagli

Dopo l’Assessore Crespolini ha preso la parola l’Assessore ai Lavori pubblici Roberto Menicagli che ha illustrato lo stato dei vari progetti previsti per la frazione di Nugola in quest’anno e nei prossimi anni. «Per quanto riguarda il discorso della depurazione delle acque – ha affermato Menicagli – il progetto è già stato approvato e passato alle autorità competenti. Quest’ultime solitamente fanno una sorta di scaletta di priorità della depurazione in base alla necessità che determinate aree hanno. I lavori su Nugola, in base a questa scala di priorità, sono stati inseriti nel lotto del 2016 e comporteranno una spesa complessiva di circa 150.000 euro. La questione “stradello” invece – ha continuato Menicagli – è ancora in un percorso travagliato che nasce con il cosidetto progetto “Golf”. La realizzazione dello stradello è infatti collegata alla costruzione  di un comparto nella parte superiore del paese. A tale proposito la commissione urbanistica presto si riunirà e delibererà se attuare il progetto stradello o meno. Per quanto riguarda l’installazione del semaforo – ha poi continuato l’Assessore – faremo delle verifiche, dal punto di vista della sicurezza stradale col comandante della Polizia Municipale».

 

Polo delle Colline L’Assessore Menicagli ha  parlato anche  del nuovo plesso scolastico che sorgerà a Nugola e ha dato importanti novità alla cittadinanza sulle tempistiche dei lavori. «Per quanto riguarda il nuovo plesso scolastico, abbiamo fatto una variante sul programma delle opere pubbliche spostando circa 300.000 euro dal primo al secondo lotto. Abbiamo spostato questi soldi perché abbiamo ritenuto fondamentale lo spostamento del campo da gioco adiacente al vecchio pelsso scolastico come prima fase dei lavori ed abbiamo inoltre deciso di fare un bando di realizzazione per la scuola che comprende progettazione e costruzione da parte degli stessi soggetti che prenderanno in carico i lavori. Il progetto dovrebbe partire ad inizio 2015 e dovrebbe terminare per ottobre 2015. Ci tengo inoltre a dire – ha continuato Menicagli – che abbiamo ricevuto un contributo regionale di 400.000 euro per questo progetto».

 

Gli interventi e le richieste dei cittadini Durante la relazione dei due assessori, i Nugolesi presenti sono intervenuti chiedendo chiaramente e rendendo noti vari problemi della frazione. Innanzitutto un cittadino ha chiesto spiegazioni sulla mancata manutenzione di Via nugola Vecchia, in particolare sul taglio dell’erba e sulla rimozione rifiuti. L’Assessore Menicagli ha spiegato che «il tratto di Via Nugola Vecchia è di competenza della Provincia, quindi converrebbe rivolgersi a loro per eventuali interventi. E’ stata anche inoltre sollecitata nuovamente la questione del muro pericolante del giardino storico e della sua eventuale ristrutturazione. Gli Assessori hanno risposto ai cittadini che «il giardino storico è di stretta competenza delle Belle Arti e che senza un’autorizzazione di quest’ultime non è possibile effettuare interventi di restauro e riqualificazione». Oltre a queste sono state palesate dai cittadini anche varie altre problematiche ,subito annotate dall’ Assessore Menicagli, inerenti al taglio erba in varie zone del paese, allo smaltimento dei rifiuti e all’illuminazione pubblica che nelle parole dell’Assessore Menicagli «è già da tempo all’attenzione del Comune in quanto sono già stati messi in ordine i pali con annessi bulbi da sostituire a quelli rotti e sono stati già disposti vari controlli su eventuali lampadine fulminate».

 

La polemica sull’abbandono dei lavori per la pista ciclabile Vicarello-Collesalvetti A far scattare le scintille durante la riunione è stata la polemica tirata fuori da uno dei cittadini presenti, che ha criticato «l’abbandono dei lavori da parte dell’Amministrazione, su vari siti del Comune ed in particolare sulla pista ciclabile Vicarello-Collesalvetti». Gli Assessori hanno controbattuto affermando che «i lavori sono fermi non per un disinteresse dell’ Amministrazione, ma per via dei limiti che il Patto di Stabilità ci impone. Agli occhi di un cittadino comune, può sembrare che ci sia un disinteresse da parte nostra, ma non è così in quanto a bloccarci sono i limiti finanziari  che ci vengono imposti dalle varie convenzioni economiche vigenti, che molto spesso sono sconosciute alla maggior parte dei cittadini».