Dopo aver passato in rassegna i vari tipi di donazione, vi presentiamo adesso i due principali Centri Trasfusionali dove si recano a donare i nostri donatori, il Centro Trasfusionale di Livorno e quello di Cisanello. Tutto questo,  premesso che un donatore può recarsi a donare in qualsiasi Centro Trasfusionale (CT) della Toscana e che la sua donazione verrà letteralmente passata all’ associazione di appartenenza del donatore stesso, grazie all’ ausilio di un sistema informatico di cui parleremo più avanti chiamato “AgenDONA”.

 

Il Centro Trasfusionale di Livorno accoglie sia i donatori che hanno precedentemente prenotato la  donazione tramite l’ associazione, sia coloro che, per i più svariati motivi, si recano a donare senza appuntamento. È attivo dalle 7.30 alle 10.00, con possibili variazioni di orario in base al tipo di donazione effettuata e in base alla presenza o meno di prenotazione.


 

Il CT di Livorno è stato inaugurato circa 2 anni fa e presenta il bancone per l’accettazione e una vasta sala d’ attesa, dove i donatori compilano il questionario anamnestico e possono comodamente attendere il loro turno per i successivi controlli pre-donazione. Presenta due diverse sale di donazione, una solitamente usata per il prelievo di sangue intero e l’ altra per le donazioni in aferesi (plasma e multicomponent). Per quanto riguarda le analisi ed i controlli effettuati, ad oggi, alla prima donazione dell’anno  vengono eseguiti tutti gli esami virologici, il gruppo sanguigno, l’emocromo completo, la transaminasi (ALT), la creatininemia, i trigliceridi, la glicemia, il  colesterolo totale, la proteinemia totale, l’elettroforesi delle proteine e la ferritinemia; dalla seconda donazione in poi, si effettuano soltanto i controlli che servono per la convalida della sacca.

 

In ogni caso, qualora un donatore richieda ulteriori analisi, può presentare, al momento del colloquio con il medico trasfusionista, la richiesta da parte del medico curante; in sala di donazione verranno effettuati tutti i prelievi del caso e, successivamente alla donazione, il donatore dovrà recarsi a pagare il ticket per le analisi aggiuntive. Al momento della visita, il donatore riceverà un buono per poter usufruire della colazione presso il bar ospedaliero. Per quanto riguarda il ritiro delle analisi, al momento, solo ed esclusivamente per quei donatori di Avis Int. Collesalvetti che ne facciano esplicita richiesta in sala prelievo, gli esami vengono recapitati a casa tramite posta; tuttavia, nell’ ottica di modernizzare il servizio e ridurre i costi, si tende a privilegiare l’ utilizzo dei totem con la tessera sanitaria attivata o l’ applicazione apposita per scaricarsi le analisi con lo smartphone. In alternativa, è sempre possibile andarle a ritirare direttamente al CT, tutti i giorni dal lunedì al sabato, dalle 11.30 alle 13.00, muniti di tessera sanitaria attivata.

 

Il Centro Trasfusionale di Cisanello è situato nell’ambito del nuovo complesso ospedaliero in zona Cisanello, a Pisa. I donatori possono accedervi e parcheggiare all’interno dell’ ospedale, passando dalla sbarra principale, di fronte all’ ingresso del Pronto Soccorso, comunicando alla guardia la loro intenzione di donare. È gradita anche l’ esibizione della ricevuta della prenotazione della donazione. Ai donatori che desiderano  parcheggiare all’interno dell’ospedale, viene rilasciato un tagliando da esibire all’interno dell’ auto; seguendo le frecce direzionali si accede facilmente al CT e si può parcheggiare proprio lì accanto.

 

Il CT di Cisanello è aperto dalle 7.45 alle 10.00 circa e, nonostante il fatto che i donatori che hanno prenotato la loro donazione abbiano la precedenza, vengono accettati anche quelli senza appuntamento. Al momento dell’ accettazione vengono richiesti un documento d’ identità e la tessera sanitaria; quest’ ultima è necessaria in quanto il suo codice alfa numerico viene inviato direttamente all’edificio della mensa, dove i donatori si possono recare per ricevere la loro colazione gratuita in seguito alla donazione. Per dovere di cronaca, è giusto far presente che non pochi donatori si sono recentemente lamentati sulla qualità e sulla quantità della colazione offerta. Noi, come associazione che sostiene sempre i suoi donatori, ci siamo fatti più volte portavoce di questa ed altre richieste con la Direzione Generale, nella speranza di migliorare sempre di più il servizio; al momento la situazione non sembra essere cambiata, ma pare che, in un futuro prossimo, sia prevista una ristrutturazione profonda del CT di Cisanello con la creazione di un nuovo punto di ristoro, adiacente al CT stesso, e sicuramente più confortevole. In ogni caso, confidiamo nel buon senso e nella motivazione dei nostri donatori, affinché non vadano a donare solo ed esclusivamente per ricevere la colazione gratis.

 

Dopo aver superato la procedura di riconoscimento, l’iter da eseguire prima della donazione prevede la compilazione del questionario anamnestico, la digito-puntura per la valutazione dell’emoglobina ed il colloquio con il medico, in cui vengono valutate la pressione arteriosa omerale e lo stato di salute generale del donatore. Per quanto riguarda le analisi ed i controlli effettuati, è giusto dire che, nel CT di Cisanello, sembra esserci una maggiore flessibilità circa la prescrizione di analisi non propriamente appartenenti ai controlli di routine. Infatti, tutte le analisi viste sopra (effettuate presso il CT di Livorno), vengono ripetute presso il CT di Cisanello ad ogni donazione e, qualora, in coscienza, il medico lo ritenga opportuno, può procedere alla richiesta di analisi aggiuntive gratuite. Tuttavia, è bene precisare chiaramente il significato ed il valore di quanto appena scritto: non è che, andando a donare al CT di Cisanello, si possono effettuare tutti i controlli possibili ed immaginabili senza alcun tipo di costo; semplicemente, il medico trasfusionista, dopo aver valutato con il colloquio e la visita medica la reale necessità di particolari analisi aggiuntive, può procedere o meno alla richiesta delle stesse, ma il tutto resta comunque e sempre a carico della propria discrezione e di una valutazione oggettiva. Ancora una volta, facciamo appello al senso di responsabilità dei nostri donatori, affinché non si presentino a donare con richieste di analisi assurde e totalmente ingiustificate; infatti, anche se è vero che la donazione è un validissimo strumento di medicina preventiva che ci consente di tenere sotto controllo il nostro stato di salute, non si dovrebbe andare a donare solo ed esclusivamente per il proprio tornaconto, ma anche nell’ottica di un servizio insostituibile prestato gratuitamente, volontariamente e disinteressatamente alla comunità intera. In seguito alla donazione, come già visto, è possibile recarsi all’ edificio mensa e ricevere la propria colazione. Le analisi vengono recapitate ai donatori direttamente a casa, nel giro di pochi giorni.

 

Centro Trasfusionale di Livorno                                   Centro Trasfusionale di Cisanello

Viale Alfieri n° 42, Livorno                                                         Via Paradisa n° 1, Pisa

0586-223253                                                                                    050-996701

 

Chiudiamo questa presentazione dei due Centri Trasfusionali a cui principalmente ci riferiamo, sperando di essere riusciti a passare informazioni e messaggi utili; in ogni caso, restiamo sempre a disposizione di coloro i quali volessero ulteriori chiarimenti e precisazioni.  Ormai, sapete dove trovarci! Grazie e a presto!