L'ormai "ex-lucchetto" della pista stagnina

L’ormai “ex-lucchetto” della pista stagnina

Stagno – Atti vandalici alla pista “Ivo Mancini” di Stagno. Rotto il lucchetto all’ingresso di via  Berlinguer e dannaggiata gravemente parte della rete di confine. La notizia è stata data sul gruppo Facebook della “Pro Loco Vivere Insieme” di Stagno, dove è stata accolta, non bene evidentemente, da tutti gli iscritti. Molti dunque i commenti di rabbia contro gli ignoti vandali che hanno colpito la  pista stagnina, ma purtroppo, essi, per ora, non trovano soddisfazione: infatti, le forze dell’ordine, non dispongono di un

Le forze dell’ordine infatti – ci raccontano le nostre fonti – non dispongono di sufficiente personale per coprire una così vasta area. Gli atti vandalici non sono stati perpetrati durante la stessa notte -il lucchetto è stato ritrovato dopo la notte del 9 gennaio, mentre la rete dopo la notte del 12-, portando un osservatore a pensare che vi sia una specie di  accanimento nei confronti della pista. Sul gruppo, inoltre, sono stati inoltre segnalati altri casi di microcriminalità nella zona. Parrebbe infatti che siano stati compiuti tentativi di furto sia nella chiesa, che nella casa famiglia “Mario Borrelli”.


Condizione della rete perimetrale dopo la notte del 12

Condizione della rete perimetrale dopo la notte del 12

Sul gruppo della Pro Loco, il presidente in carica, Emanuele Marcis, fà sapere tramite un comunicato ufficiale che a seguito degli episodi sopraelencati, ha fatto visita al Maresciallo dei Carabinieri di Stagno, dando la propria – e quella di tutti i volontari – disponibilità, in quanto problema non è delle singole associazioni  della frazione, ma di tutta quella unica realtà che è la frazione di Stagno. Marcis ha inoltre fatto sapere che è sua intezione «far attivare un tavolo di collaborazione attiva con tutte gli organi di Pubblica Sicurezza coinvolti: Polizia Municipale; Arma dei Carabinieri, ma anche Amministrazione Comunale ed AEOP»