NugolaNugola Prosegue l’attività di indagine dei Carabinieri sulla truffa di Nugola. Sul finire del mese scorso dei malviventi si intrufolarono con l’inganno nell’abitazione di due anziani coniugi sostenendo di appartenere ad un non meglio specificato ente gestore del gas.

 

I due delinquenti ingannarono i malcapitati dicendo loro che c’era nell’aria una sostanza tossica che avrebbe potuto danneggiare tutti i loro valori e li invitarono così a riporre tutto nel frigorifero. Così, oltre 20.000 euro in contanti, ma anche gioielli, oltre a buoni postali per oltre 100.000 euro finirono assieme ad alimenti vari, nel frigorifero della cucina. Il copione del reato era sostanzialmente già scritto. Così, mentre un malvivente accompagnava i due coniugi fuori casa con la scusa di controllare il contatore, l’altro svuotava il frigorifero di tutti i valori. I due ladri poi si allontanarono a bordo di una macchina guidata da un terzo complice.


 

Ed è proprio su quell’auto adesso che si stanno concentrando le indagini dei militari. Eseguito l’accertamento, i Carabinieri hanno rilevato che il mezzo risulta intestato, per quel che può significare, a uomo del nord Italia. Le indagini sono dunque ancora in corso e i militari stanno cercando di stringere il cerchio. Truffe analoghe si sono verificate anche su Livorno.

 

Segui Collenews su Facebook, clicca “mi piace” qui

Seguici su Twitter, clicca qui