carabinieriCollesalvetti Stalking nei confronti della ex convivente. É con questa accusa che un 59enne impresario edile residente a Collesalvetti, pregiudicato, è finito in manette. A trarlo in arresto i Carabinieri della stazione di Collesalvetti.

 

Il provvedimento cautelare, emesso dal GIP del Tribunale di Livorno, è arrivato al termine delle indagini svolte dai Carabinieri di Collesalvetti a seguito delle numerose denunce presentate dalla convivente, appunto, una rumena residente a Livorno. La donna, infatti, conclusa la relazione sentimentale con il 59enne cingalese, durata oltre otto anni, ha cominciato subito ad essere vittima dei comportamenti persecutori e vessatori dell’uomo. Telefonate, sms, pedinamenti, ingiurie, minacce e danneggiamenti.


 

La donna, preoccupata dal comportamento dell’ex convivente ha così deciso di sporgere denuncia presso la stazione di Carabinieri di Collesalvetti. Così, un primo provvedimento nei confronti dell’uomo: il divieto di avvicinamento all’ex compagna. Un provvedimento che, tuttavia, il 59enne ha ripetutamente violato, continuando a pedinare la donna e a tempestarla di offese, telefonate e sms. L’epilogo, appunto, nella giornata di ieri con l’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice. L’uomo è dunque agli arresti domiciliari.

 

Segui Collenews su Facebook, clicca “mi piace” qui

Seguici su Twitter, clicca qui