drogaParrana San Martino Un 25enne livornese, L.D.F. e un 42enne di Prato, M.S. Ai due uomini era stato concesso l’affidamento in prova ai servizi sociali da svolgersi presso la Comunità “CE.I.S.” di Parrana San Martino ma i due sono stati sorpresi ad introdurre cocaina all’interno dello stesso centro e così per loro si sono riaperte le porte del carcere.

 

I due, a seguito di un provvedimento emesso dal Giudice di Sorveglianza  sono stati prelevati dai Carabinieri della Stazione di Livorno Centro del Maggiore Marco Vatore e condotti presso il carcere delle Sughere, appunto. Per i due uomini, già coinvolti in reati legati proprio alla droga, era stato disposto dal Tribunale di Sorveglianza di Firenze, rispettivamente nel maggio e nel febbraio di quest’anno, l’affidamento in prova presso la comunità di Parrana San Martino.


 

Ben presto, tuttavia, i responsabili del CE.I.S.  si sono accorti dell’introduzione e del consumo di cocaina all’interno della struttura e si sono rivolti immediatamente ai Carabinieri. I successivi riscontri raccolti dai militari nel corso delle indagini hanno pertanto convinto il giudice di sorveglianza a sospendere nei confronti dei due uomini l’affidamento in prova e a disporre l’immediato accompagnamento in carcere.

 

Segui Collenews su Facebook, clicca “mi piace” qui

Seguici su Twitter, clicca qui