GuasticceCollesalvetti “Decoro urbano”. E’ questo il nome dell’applicazione gratuita per creare un filo diretto fra cittadini e amministrazioni pubbliche. Questo nuovo strumento sarà attivo, a breve, anche nel territorio del Comune di Collesalvetti. Durante l’ultimo Consiglio Comunale, infatti, c’è stata l’unanimità sulla proposta di adesione del Movimento 5 Stelle.

 

Un colore per ciascun stato della segnalazione Tramite “Decoro urbano” sarà possibile segnalare situazioni di degrado inerenti i rifiuti (rifiuti a terra, discariche abusive, cassonetti colmi, etc…); vandalismo e incuria (panchine rotte, graffiti); dissesto stradale (buche, marciapiedi inagibili, strisce pedonali logore); zone verdi (aree verdi incolte, abbandonate, prive di irrigazione); segnaletica stradale (danneggiata, mancante o non sufficiente); affissioni abusive (su muri e/o superfici con divieto d’affissione). Sul sito di “Decoro urbano” vi è la disponibilità di una cartina geografica con la geolocalizzazione di tutti i reclami effettuati dai cittadini. Con questo servizio sarà dunque dato ai cittadini colligiani uno strumento in più, anche in un’ottica di maggiore trasparenza, perché tutte le segnalazioni saranno visibili istantaneamente con relativa geolocalizzazione e con un colore diverso a seconda degli stati di avanzamento della segnalazione. La sequenza temporale sarà dunque: invio della segnalazione (colore rosso), poi ci saranno 2 giorni di tempo per la presa in carico e lo smistamento al responsabile del servizio (colore arancione), 30 giorni di tempo per la risposta da parte del Comune e la pubblicazione della risposta (colore verde). Il servizio nel Comune di Collesalvetti sarà attivo dai primi di gennaio.


 

Ettore Fiaschi

Ettore Fiaschi (M5S)

Fiaschi (M5S): «strumento semplice e moderno» Il consigliere Fiaschi, del gruppo proponente (M5S), ha ricordato che questa applicazione è stata già adottata da molti Comuni; «uno strumento hanno – ha detto Fiaschi – per poter informare il Comune in maniera più semplice e moderna». Il consigliere pentastellato ha ricordato come l’applicazione sia «completamente gratuita; l’Amministrazione non sostiene nessun costo». Dal canto suo, Crespolini ha reso noto al Consiglio «il percorso che abbiamo avviato da alcuni mesi quando nelle riunioni per gli obiettivi strategici del Comune abbiamo inserito all’ordine del giorno la discussione sul servizio di “Decoro urbano”. Il servizio ci è subito interessato perché aveva elementi “appetitosi”, come si evince dalla mozione, fra cui la gratuità del servizio e anche la sua concretezza».

 

Andrea Crespolini

L’Assessore Andrea Crespolini

Le nuove procedure e la possibilità di adire il difensore civico Crespolini ha ricordato che fin da settembre si è ragionato attentamente sulla cosa «perché nel momento in cui la segnalazione arriva al Comune, questo deve gestirla». L’Assessore ha pertanto reso noto come il Comune abbia dovuto mettere mano, per una rivisitazione, alle procedure per gestire le segnalazioni. Era necessario, insomma, emanare delle linee guida che potessero essere adeguate al nuovo strumento. La procedura dei reclami attualmente vigente, infatti, sottosta a quella informatizzata della Regione Toscana che consta di moduli online scaricabili dal sito, ma anche reperibili all’URP. La Giunta, pertanto, non ha solamente deliberato l’adesione al servizio di decoro urbano.org, ma anche le linee guida che sottostaranno a questa adesione. «Nelle nuove procedure – ha spiegato Crespolini – è dunque contenuto il seguente iter: la segnalazione verrà gestita in 2 giorni dal servizio URP che la inoltrerà al responsabile del servizio inerente la segnalazione che avrà 30 giorni di tempo per dare una risposta al cittadino. La cosa fondamentale che abbiamo voluto inserire nelle linee guida è che i cittadini che non hanno avuto una risposta – questo non era obbligatorio inserirlo, ma è importante per rispettare la volontà dei cittadini – potranno far intervenire il difensore civico regionale».

 

Al via entro 1 mese L’Assessore ha spiegato al Consiglio che il Comune si è dato 1 mese di tempo per provare il nuovo servizio e cercare di capire se tutte le procedure descritte nelle linee guida sono efficaci rispetto alla tempistica. «Nel giro di 1 mese – ha concluso Crespolini – lo adotteremo ufficialmente e pubblicheremo tutte le specificità del servizio anche sul sito del Comune».

 

Iannone: «Ora si utilizzi questo anziché i Social Network» Soddisfatto, a nome di tutto il gruppo consiliare del PD, si è detto il capogruppo, Fabio Iannone, che, nel suo intervento, ha parlato di una «procedura che avevamo tanto auspicato nelle nostre riunioni, che crea un rapporto diretto utilizzando i mezzi informatici». Iannone ha inviato tutti i consiglieri a spingere per l’utilizzo di questo software «perché purtroppo alcune pagine sui Social Network vengono utilizzate erroneamente per la segnalazione dei problemi. Sono ingestibili; non servono per la risoluzione del problema e nemmeno per il rapporto stesso col cittadino. Questo nuovo strumento, invece, potrebbe rappresentare, se gestito bene, una via per risolvere i problemi in maniera corretta e puntuale e in grado di dare risposte precise».