Attachment-2

Jessica Brando si esibisce diretta dal M° Mario Menicagli

Collesalvetti – Una serata melodica, da Mozart alla musica Disney. Ha deciso di festeggiare così, Collesalvetti, l’avvio del 2014. Il Concerto di Capodanno, che ha registrato il tutto esaurito, è stato diretto dal Maestro Mario Menicagli. In platea, fra gli altri, anche il Sindaco Bacci e l’Assessore Fantozzi, che è anche Presidente dell’Istituzione Comunale per la Cultura “Clara Schumann”, organizzatrice dell’evento. La prima parte del concerto ha visto protagonista Mozart di cui è stato eseguito il Concerto per pianoforte ed orchestra n° 21 in do maggiore K467, nei suoi 3 tempi: l’Allegro maestoso; l’Andante e l’Allegro vivace assai. Una lunga esecuzione accompagnata dalla videoproiezione di scene tratte dal noto film “Amadeus”. Al pianoforte, il Maestro Cesare Castagnoli.

 

Attachment-1

Il Sindaco Bacci assieme al Maestro Mario Menicagli

La seconda parte ha visto invece protagonista Jessica Brando che si è esibita dapprima in “I’m a fool to want you” (F. Sinatra / J. Wolf / J. Herron); poi in “You brought a new kind of love to me” (I Kahal / S. Fain), per concludere poi con “Someone to watch over me” e “Fascinating rhythm” (di G. Gershwin). Seconda parte che si è conclusa con alcuni noti brani del mondo di Disney: “I sogni son desideri” (Cenerentola); “Lo stretto indispensabile” (Il libro della giungla); “Cam caminì” (Mary Poppins); “Il cerchio della vita” (Il Re leone) e  “Basta un poco di zucchero” (Mary Poppins).


Jessica Brando è una diciannovenne interprete grossetana che sin dall’età di 5 anni canta le canzoni dei più celebri cantanti statunitensi degli anni ‘5o come Frank Sinatra e Ella Fitzgerald; Dinah Washington. Nel 2004 ha cantato dinanzi a Giovanni Paolo II mentre nel 2005 si è aggiudicata una borsa di studio per la Washington School of Ballet, negli Stati Uniti. Nel 2008 la Brando viene invitata da Paolo Bonolis alla trasmissione “Il senso della vita”, accompagnata dal quintetto Jazz di Stefano Battista. E’ nel 2009, invece, che esce il suo primo singolo per la EMI Music Italy EP, mentre nel 2010 partecipa al festival di Sanremo, rientrando fra i 4 finalisti, nella categoria “Nuova generazione” con il brano “Dove non ci sono ore”.

 

Cesare Castagnoli, classe 1975, è nato a Viareggio e si è diplomato in pianoforte all’età di vent’anni, con il massimo dei voti. Nel 2007 consegue il Diploma Accademico di secondo livello, presso l’Istituto Musicale “L. Boccherini” di Lucca, con il massimo dei voti e la lode. Si è perfezionato con Andras Schiff; Kostantin Bogino; Paul Badura-Skoda; Daniel Rivera; Bruno Rigutto; Claude Franck; Boris Bloch; Pier Narciso Masi; Bruno Canino; il Trio di Trieste ed il Trio di Parma. Castagnoli ha suonato con l’Orchestra sinfonica del Festival di Chioggia (VE) per “Musica in Laguna”, l’Orchestra “Clara Schumann” di Livorno e l’Orchestra sinfonica di Massa e Carrara presso il Teatro “Guglielmi” di Massa, l’Orchestra da Camera delle Marche, l’Orchestra sinfonica di Sanremo e con l’Orchestra dell’Istituto Musicale “Luigi Boccherini”. Ha registrato in duo con il violino per la radio tedesca Mitteldeutsche Rundfunk. Castagnoli si è inoltre esibito al fianco di artisti noti a livello internazionale quali Bruno Rigutto, Alberto Bocini, Gabriele Pieranunzi e Roberto Cani. Collabora regolarmente con le prime parti dell’Orchestra Regionale Toscana ed insegna Pianoforte presso il Conservatorio di Musica “A. Scontrino” di Trapani.