Davide Bientinesi 1

Davide Bientinesi durante una jam session

Vicarello Davide Bientinesi ha solo 13 anni, eppure ha già incominciato a stupire suonando la batteria e passando le selezioni regionali di Sanremo Junior: «Ha iniziato a suonare il pianoforte a 6 anni come tanti bambini, ma dopo sei mesi ha deciso di dedicarsi allo studio della batteria, che poi è diventato il suo strumento prediletto», affermano i genitori Massimo e Maila.

 

 

Davide, cosa ti ha spinto a dedicarti alla batteria?

«È una passione che ho dentro fin da piccolo ed è nata per caso, dato che nessuno in famiglia suona. Ho incominciato studiando presso l’Istituto “Clara Schumann” per due anni con il maestro Filippo Todaro. Poi, per circa un anno, ho preso lezioni da Brilli Musica e successivamente sono riuscito ad entrare nell’Accademia Musicale Chorus di Livorno, dove insegna Leandro Bartelloni, allievo di Tullio De Piscopo».

 

 

Qual è il tuo genere preferito? Hai avuto l’opportunità di esibirti davanti ad un pubblico?

«Mi piace molto il funky. Mi ispiro a Tullio De Piscopo e Don Henley degli Eagles. Suono anche altri generi musicali e ho preso parte ad alcune esibizioni e jam session in locali come l’Elvis’ Fan Club a Stagno e il Surfer Joe’s Diner a Livorno. La cosa che comunque prediligo di più sono gli assoli, anche se so suonare tutte le percussioni».

 

Davide Bientinesi

Davide Bientinesi (foto di Ambra Tirrò Ph)

Come sei riuscito ad arrivare a Sanremo Junior?

«Tramite Roberto Napoli, che gestiva la selezione regionale di Sanremo Junior a Livorno. Siccome questa gara era riservata sia ai musicisti sia ai cantanti, ho deciso, con i miei genitori, di iscrivermi. Io e gli altri partecipanti al concorso abbiamo suonato davanti ad una giuria. Lì ho eseguito un assolo concordato assieme al mio maestro. Sono riuscito a passare queste selezioni che mi hanno dato il diritto di partecipare alle semifinali e finali nazionali al Teatro Casinò Sanremo, in programma il 30 e 31 marzo».

 

Come si svolgeranno le semifinali e finali a Sanremo?

«Le serate saranno due e saremo divisi in tre categorie divise per età e per competenze perché le categorie dei cantanti e dei musicisti sono separate. Il primo giorno mi esibirò con un assolo di 3,30 minuti di tempo. Se passo questa selezione, mi esibirò nella finale del 31 marzo. In caso di vittoria, accederei alle finali internazionali che si tengono al Teatro Ariston di Sanremo».