Sponsor
Sponsor

L'informazione locale colligiana che dà voce al territorio

Sponsor

L'informazione locale colligiana che dà voce al territorio

sponsor

LO STRAVAGANTE “CARNEVALE DEGLI ANIMALI” COLLIGIANO FRA MUSICHE BIZZARRE, OMBRE CINESI E GIOCHI DI SABBIA

Uno spettacolo riuscitissimo e partecipatissimo che inaugura alla perfezione la stagione 2018 grazie alla maestria di Federico Pieri, al talento di Massimo Signorini e la dedizione di Mario Menicagli

LO STRAVAGANTE “CARNEVALE DEGLI ANIMALI” COLLIGIANO FRA MUSICHE BIZZARRE, OMBRE CINESI E GIOCHI DI SABBIA

Collesalvetti Un concerto di Epifania all’insegna della stravaganza. È quanto andato in scena ieri sera al Teatro di Collesalvetti. Una serata divisa in due parti: la prima era dedicata alla fisarmonica. Protagonista indiscusso, Massimo Signorini che ha interpretato alcuni tra i più celebri brani del repertorio del tango argentino di Astor Piazzolla, riscuotendone apprezzamento e gratificazione da parte del pubblico (che lo ha omaggiato con calorosi applausi), dal direttore artistico Mario Menicagli e dalla rappresentanza istituzionale presente in sala.

Ma la parte stravagante è stata la seconda. Che era dedicata al “Carnevale degli Animali“. Le Carnaval des Animaux è una composizione musicale del francese Camille Saint-Saëns. Una nuova produzione, questa, di Terzo Studio e Modigliani Produzioni la cui prima è andata in scena proprio alla Sala Spettacolo di Collesalvetti. Uno show che è stato un connubio fra musica e “arte di strada”Federico Pieri, attraverso giochi di magia e di illusionismo ha dato “veste grafica” alla musica di Saint-Saëns.

Massimo Signorini

LA “MUSICA DEGLI ANIMALI” La quale, a sua volta, ha tradotto in note il verso degli animali (ed è appunto questa la caratteristica principale di questa composizione). C’è la marcia del leone, che si evidenzia per la cadenza del passo del “re della foresta”, ma ci sono anche i galli e le galline (con la musica che ne riproduce il “chioccare” e il “chicchirichì”). E ancora: gli emioni, le tartarughe, l’elefante (il cui movimento goffo e pesante viene reso musicalmente dalla gravità del contrabbasso); i canguri con i loro salti atletici e l’acquario (il cui ambiente è reso musicalmente da sonorità soavi). Molto divertenti, soprattutto per i piccoli presenti in sala, il cucù del bosco (un cuculo, il cui verso è reso dal suono del clarinetto) e la voliera (per la quale il volo degli uccelli è simulato da leggiadre frasi del flauto). Ma Saint-Saëns, in questa sua spiritosissima composizione, ha voluto anche ironizzare sui pianisti (una serie di semplici e ripetitivi esercizi di studio – fra cui molte scale, arpeggi e virtuosismi – per l’apprendimento del pianoforte, rende bene l’idea di una certa non particolare simpatia del compositore per questa categoria di strumentisti. Inserendo la “razza” dei pianisti tra gli animali, Saint-Saëns opera una divertente parodia di questi musicisti, costretti ad ore di ripetitivo ed estenuante studio sulla tastiera). E ancora il cigno (col dolcissimo tema del violoncello) e altri animali.

Federico Pieri nello show del gallo

Il tutto amplificato dalla maestria di Federico Pieri (e del suo collaboratore Gabriele Favaloro) fra ombre cinesi, giochi di sabbia (tutto video-proiettato a fondo palco scenico), illusionismo e tecniche attoriali varie tipiche degli artisti di strada. Fra le performance, spiccano lo show del gallo (la cui cresta rossa è resa da un guanto, dello stesso colore ovviamente, che Pieri si è messo in testa e, soffiando a ripetizione, lo ha gonfiato fra lo stupore ed il divertimento del pubblico), le ombre cinesi e i giochi di sabbia nei quali l’artista ha mostrato tutta la sua bravura nel “disegnare” in videoproiezione figure in perfetto sincrono con la musica.

Insomma, uno spettacolo riuscitissimo e partecipatissimo che inaugura nel migliore dei modi la stagione 2018 del Teatro colligiano.

Segui Collenews su Facebook, clicca “mi piace” qui

Seguici su Twitterclicca qui

LA FOTOGALLERY 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per il suo funzionamento, per le opzioni di condivisione sui social. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Maggiori Informazioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l\'uso. Leggi l'informativa completa.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi